Unica Radio App
lai presenta monumenti

Maria Lai presentata a Monumenti Aperti

7 Finestre sul mondo di Maria Lai approda a Monumenti Aperti 2019 con una presentazione degli alunni della scuola primaria di Santa Caterina a Cagliari

Il filo che ci lega a Maria Lai dal 2015, iniziato con la partecipazione alla mostra Ricucire il mondo, ha portato le alunne e gli alunni della scuola primaria Santa Caterina a chiedere l’intitolazione di uno spazio urbano alla grande artista ogliastrina: il sogno si è realizzato il cinque febbraio del 2019 con l’intitolazione della piazzetta che si trova tra via Duomo e via del Fossario.

Uno spazio che porta ancora i segni dei bombardamenti del 1943, una triste memoria che da ora in poi, con l’intitolazione della piazza, si ricuce caricandosi di un messaggio di pace, quello di Maria Lai, abbracciando la terra, il mare, il cielo.

La piazzetta sarà, durante la manifestazione Monumenti Aperti, un luogo di incontro, di scambio e socialità, in cui verrà esposta una rivisitazione del pensiero della grande artista attraverso le opere realizzate da una maestra della scuola primaria Santa Caterina, Rimedia Puggioni.

Maria Lai, nata in Sardegna, è rimasta legata alla sua Terra per tutta la vita, ai paesaggi sardi che davvero le davano il senso dell’infinito.

Da questa terra ha preso forma il suo immaginario, fatto di caprette, api, pietre, pastori, cielo, mare, firmamento, tessitrici, bambine e bambini, animali del bosco, scritture, telai e fili che legano le cose e i destini di tutte le persone. Questo aspetto ha ispirato maestra Rimedia Puggioni nella creazione di 7 Finestre aperte sul mondo della grande artista sarda.

Maria Lai amava le leggende della tradizione sarda, come quelle raccolte nel libro “Miele amaro”, del suo grande amico e scrittore Salvatore Cambosu. Per realizzare le sue opere ricorreva ai più diversi materiali: stoffe, fili, ceramiche, corde, ferro, carta, legni, farina e acqua. E anche maestra Rimedia ama usare in modo creativo i materiali più diversi: vecchie finestre e scurini legati alla storia dell’amato Padre, legni portati dal mare che ci isola ma che ci unisce anche ad altri luoghi lontani, scritture lente di ricami e fili intrecciati, come sono intrecciati i destini di tutte le persone, come se Tutto fosse già Uno.

Parole e immagini cucite si mescolano nelle 7 Finestre e sono segni fatti di fili e ricami che raccontano parte del pensiero della grande artista.

Maestra Rimedia ha giocato con materiali e parole come se fosse una “bambina antichissima”. Come Maria Lai, ama le bambine e i bambini, perché giocano e sognano: a loro dedica il suo lavoro creativo perché l’Arte entri nelle loro Vite e perché nella crescita infinita rimangano sempre anche un po’ bambine e un po’ bambini.

Durante la manifestazione verrà presentata dalle alunne e dagli alunni la biografia di Maria Lai e saranno proposti laboratori sull’arte della grande artista a visitatrici e visitatori.

La mostra sarà inaugurata sabato 11 maggio alle ore 11.30.

Rassegna Significante

About Giulia Olla

Giulia Olla
Nata a Cagliari nel 1995, studentessa di Lingue e Culture per la Mediazione Linguistica presso L'Università di Cagliari

Controlla anche

Danilo Rea Massimo Moriconi e Alfredo Golino

Festival Forma e Poesia nel Jazz: Interplay Trio e omaggio a Mina

Terza serata, domani a Cagliari, per il festival Forma e Poesia nel Jazz.All’Auditorium del Conservatorio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *