Unica Radio Skill Alexa
baratto solidale

Il baratto solidale arriva a Iglesias domenica 3 marzo

Appuntamento domenica 3 marzo 2019 alle ore 11.30 alla Chiesa Alto-medievale di San Salvatore, in via Leonardo Da Vinci 2 – Serra perdosa con il baratto solidale

La RUAS – Rete Unitaria Antifascista Sulcis-Iglesiente, Asce Sardegna – Associazione Sarda Contro l’Emarginazione, I Giardini della Biodiversità, Sigerro e C.S.C. Cani Sciolti Club, sono lieti di invitarvi all’undicesimo appuntamento del BAS – Baratto Solidale che si svolgerà domenica 3 marzo dalle ore 11:30, presso la Chiesa Altomedievale di San Salvatore in via Leonardo Da Vinci n. 2 a Iglesias.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA
H 11:30 BAS – Baratto solidale
H 13:30 Pranzo condiviso (senza plastica e rifiuti inutili)
H 15:30 Attività di gioco per bambini e bambine

Scopo del Baratto Solidale è creare una rete antirazzista e solidale per il riciclo e il riuso, nell’ambito di un’economia circolare che combatte gli sprechi, in cui tutti possano contribuire e sentirsi parte importante di una Comunità. Per cambiare non soltanto oggetti, scarpe o vestiti ma soprattutto tempo, esperienze e competenze. Grazie all’attivazione di tutte le persone coinvolte, che diventano protagoniste di una Comunità solidale e antirazzista, è possibile contrastare la retorica della “solidarietà per nazionalità”.

Il BAS è anche un’ occasione di incontro per stringere e consolidare relazioni.

Come funziona?
Ciascuno mette a disposizione quello che vuole: vestiti, oggetti, tempo.
Se lo scambio non è simultaneo, si ottengono i crediti che permettono di effettuare lo scambio in altri momenti.

Un esempio:
1. Maria porta 10 vestiti
2. Giovanni prende 10 vestiti, in cambio mette a disposizione un’ora del suo tempo per fare una a torta
3. Maria può scegliere se accettare la torta, fare lo scambio con altri vestiti o oggetti, oppure tenere i crediti, ottenuti con i 10 vestiti, per uno scambio futuro

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *