Unica Radio App
disabili

In 25 anni raddoppiati gli alunni disabili

Analisi dell’Unione Europea sul raddoppio degli alunni disabili nelle scuole

Domenica 14 ottobre Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down. Raddoppiano gli alunni disabili nelle scuole italiane negli ultimi 25 anni con quasi 160mila bambini con problemi fisici o psichici nelle classi degli istituti primari e secondari di primo grado. E’ quanto emerge da un’analisi dell’Unione europea delle cooperative Uecoop su dati Istat.

Il tema centrale della Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down quest’anno è: l’educazione inclusiva. Si tratta di un diritto umano fondamentale di ogni bambino, ma non è ancora garantito a tutti, nemmeno in Italia.   A promuovere questo appuntamento annuale è CoorDown Onlus. Domenica in oltre 200 piazze d’Italia si raduneranno i volontari delle associazioni aderenti, con ragazzi con sindrome di Down.

  La sindrome di Down è una variante genetica che in Italia riguarda un bambino ogni 1.200. Viene chiamata cosi dal medico inglese John Langdon Down che, nel 1866, ne ha descritto per la prima volta le caratteristiche. Nel 1959 lo scienziato Jerome Lejeune ha scoperto che le persone con sindrome di Down hanno un cromosoma in più nelle loro cellule che non può essere curata. L’aumento della presenza dei disabili a scuola è tra le sfide più importanti per il welfare italiano. Nelle scuole italiane dove operano oltre 150 mila insegnanti di sostegno in 1 caso su 3 l’assistenza ai ragazzi disabili. In tale contesto bisogna garantire la massima assistenza alle famiglie con il potenziamento del numero del personale di sostegno. Inoltre è necessario proseguire con lo stimolo intellettuale dei ragazzi sia in classe che nella vita extra scolastico.  Molto spesso al di fuori dell’orario scolastico  è proprio il grande mondo delle cooperative sociali a svolgere questo lavoro di assistenza ai genitori nelle gestione dei figli disabili.

Rassegna Significante

About Valentina Meloni

Valentina Meloni
Ciao sono Valentina Meloni, ho 24 anni. Sono iscritta al corso di Laurea di Scienze della Comunicazione.

Controlla anche

unione europea politico

Coronavirus: l’Ue riapre le frontiere a 15 Paesi

Il Consiglio europeo ha reso noto che da domani (mercoledì 1° luglio) l’Unione europea riapre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *