Unica Radio App
festival

Festival organistico del Conservatorio, venerdì si inizia

Il primo appuntamento con il festival organistico è la conferenza-concerto “Dal teatro alla chiesa”, curata da Roberto Milleddu

Entra nel vivo la IV edizione del Festival organistico internazionale” promosso dal Conservatorio di Cagliari, con la direzione artistica del Maestro Angelo Castaldo. Dopo il concerto inaugurale tenuto a giugno dall’organista danese Lars Frederiksen, si apre la “settimana organistica”: il primo appuntamento è venerdì 5 ottobre alle 19 nella Chiesa del Santo Sepolcro (a Cagliari, nell’omonima piazza) per una conferenza-concerto “Dal teatro alla chiesa”, a cura del musicologo Roberto Milleddu, con musiche operistiche trascritte per organo interpretate dagli allievi della classe di organo di Castaldo.

milleddu Festival organistico del Conservatorio, venerdì si inizia

Giovedì 11 ottobre, alle 11, sarà la volta di Emilio Capalbo, docente di composizione del “Palestrina”, che proprio nel conservatorio (aula “Porrino) terrà un seminario sulle “Tecniche e strategie di trascrizione”.

Venerdì 12 ottobre ospite d’eccezione sarà invece l’organista svizzero, Theo Flury, docente di improvvisazione nel Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma.

Monaco benedettino dell’abbazia di Einsiedeln, dei cui 5 organi è organista titolare, Flury è improvvisatore, interprete e compositore di fama internazionale. Al conservatorio (sala “Porrino”) alle 17 terrà una conferenza dedicata agli “Aspetti dell’organo liturgico e dell’improvvisazione organistica”, nell’ambito del corso “Co.li.MUS.” (in collaborazione con l’Ufficio liturgico diocesano di Cagliari). 

Alle 20, nella Cattedrale di Cagliari, Flury terrà un concerto incentrato su improvvisazioni organistiche.

Sabato 13 ultimo appuntamento: alle 10 negli spazi del Conservatorio padre Theo Flury terrà una masterclass per gli allievi organisti dedicata all’improvvisazione.

Le attività sono a ingresso libero.

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

elisa galli

Caleidoscopi musicali, la Dimensione corporea nella didattica a distanza

Dimensione corporea nella didattica a distanza, se ne parla domani nel nuovo appuntamento di Caleidoscopi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *