Unica Radio App
monia cappuccini

Exarchia, uno spazio sociale di resistenza con Monia Cappuccini

Venerdì 19 ottobre alle 19 in via Montesanto 28 a Cagliari, all’interno della rassegna Preferirei di no ospite Monia Cappuccini.

La disobbedienza al cinema (settembre – dicembre 2018), si terrà l’incontro “Exarchia, uno spazio sociale di resistenza” con la giornalista e antropologa Monia Cappuccini, autrice del testo Austerity and democracy in Athens. Crisis and community in Exarchia (Palgarve&McMillan, 2018).

EXARCHIA A4 ORI Exarchia, uno spazio sociale di resistenza con Monia Cappuccini

Il testo rappresenta l’esito di un lavoro di ricerca svolto dal 2012 al 2015 a Exarchia, quartiere di tradizione radicale e anarchica di Atene, dove, a fronte di un progressivo impoverimento delle condizioni materiali di vita e l’implementazione del dispositivo securitario a matrice e a tutela delle nuove geografie urbane dell’ineguaglianza, si sono sapute creare nuove reti di solidarietà, nuovi spazi autorganizzati e autogestiti, in un nuovo orizzonte del “desiderare altro” collettivo che ha saputo proporre e animare nuove forme di partecipazione politica.

L’incontro è organizzato dal Circolo del Cinema LABORATORIO28 in collaborazionecon Banca Popolare Etica – Sardegna e costituisce un’ideale prosecuzione del percorso Grandi scommesse. A dieci anni dalla crisi, iniziato con la prima delle Scuole Popolari di Economia in Sardegna (Quartu S.E. 27-28 settembre 2018).

La Grecia è diventata il drammatico esempio della crisi in Europa, simbolo dello scontro tra democrazia e austerità, luogo in cui più di ogni altro sono stati resi visibili gli effetti di spossessamento, impoverimento e precarizzazione delle condizioni materiali di vita, e allo stesso tempo dove più forti e collettive sono esplose le proteste e sono state proposte e agite possibilità alternative, dove si sono attuati e si attuano alcuni degli esperimenti più interessanti e originali di azione politica e democrazia partecipata, col costituirsi di spazi reali e potenziali di nuove solidarietà, desideranti e combattive all’interno dello spazio urbano, luogo privilegiato d’osservazione e lente d’ingrandimento del “dispositivo crisi” come forma di governo che agisce imbrigliando le vite individuali e associate nelle logiche di competizione, inclusione selettiva, lavori 24h, city branding,

Prima nel 2008, con le proteste esplose a seguito dell’uccisione di Alexandros Grigoropoulos, poi nel 2009 con l’evento “crisi del debito” e l’istituzione della Troika nel 2010, ancora nel 2011, l’anno di Occupy, di piazza Tahir e delle acampadas spagnole, l’anno in cui si è “sognato pericolosamente”, e infine dal 2012 con il secondo memorandum al 2015 dell’elezione di Tsipras, del referendum, della sconfitta e del terzo memorandum, Atene, e in particolare il quartiere Exarchia, sono comparse ciclicamente nei media nostrani soprattutto come “scontri, fuochi e barricate”. Venerdì, in compagnia di Monia Cappuccini, a partire dalla sua ricerca basata sul metodo dell’osservazione partecipante e arricchita da un periodo di ricerca-azione alla scuola dei migranti allo Steki Metanaston, entreremo nel quotidiano di Exarchia, cercheremo di conoscere come si compone, come si (auto)rappresenta, come si relaziona con il più ampio contesto urbano e in che modo ha saputo (re)inventare strategie di azione capaci di resistere e rilanciare una propria eccezionalità, intersecando il proprio bagaglio identitario e di lotta con le nuove pratiche emerse in Piazza Syntagma e rafforzando i legami comunitari; cercheremo inoltre di indagare in che modo stanno cambiando le nostre città, con particolare riferimento al Sud e alle politiche di austerità, tra privatizzazioni selvagge e securizzazione dello spazio (e delle ossessioni) pubbliche.

La partecipazione all’incontro è libera e gratuita.

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

festival

“Festival in Movimento” domani il terzo appuntamento

Festival in Movimento domani a Fluminimaggiore terzo appuntamento con “Cronache di una pandemia” con l’autrice …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *