Unica Radio Skill Alexa
Teatro Sociale

Teatro sociale per la causa delle spose bambine

Teatro sociale per la causa delle spose bambine – Il 3 gugno a Sestu va in scena il blog di Millimetroemezzo.

Al Teatro sociale l’appuntamento con la seconda edizione dell’evento “Storie di donne…donne e la storia” che quest’anno è dedicato alla causa delle spose bambine è domenica  3 giugno 2018  alle ore 16.00 Sestu presso Casa Ofelia sita in Via Parrocchia 33, evento organizzato dall’Associazione Mezcla Intercultura. Ingresso Libero e uscita a cappello.

La manifestazione prevede alle ore 16.00 un incontro sul Calendario Mestruale presentato dall’Associazione “Violetas Sardegna”, alle ore 17.00  un dibattito a cura di Amnesty International sulla tematica delle spose bambine in Burkina Faso e infine alle ore 19.00 lo spettacolo teatrale “Millimetroemezzo e altri centimetri”. Di quando all’improvviso ho dovuto pensare alla cena”

Lo spettacolo, di e con Valentina Loche, attrice, educatrice e blogger di Orani, ripercorre il cammino che porta alla nascita di un figlio attraverso racconti di gravidanza emozionale tratti dal blog www.millimetroemezzo.blogspot.it. Dall’apparizione di una piccola lineetta alla meravigliosa avventura della danza della natura, fino a diventare genitori oggi,  in una società dove educare è sempre più difficile e dove l’educazione alle emozioni è sempre più importante.

«Ho unito le mie passioni (pedagogia, teatro, scrittura) – afferma Valentina Loche – creando questo progetto nel quale credo molto. E’ una performance in cui affronto in modo semplice e divertente diversi temi sociali tra cui l’educazione al rispetto e alla parità, la libertà, le diversità,  le differenze di genere, il sessismo, la violenza sulle donne,  l’omosessualità. Felice di proporre questo spettacolo per una causa a favore della libertà.»

“L’educazione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo.” 

Passaggi d'autore

About Simona Tessitore

Simona Tessitore

Controlla anche

banditori

Banditori in Sardegna, “state a casa”

La Maddalena, Bonorva e Sestu riscoprono il ruolo del banditore per informare la popolazione riguardo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *