Unica Radio App
Non ci resta che ridere

Rassegna Non ci resta che ridere 2018 a Monserrato

La rassegna Non ci resta che ridere di Abaco si conclude a Monserrato col divertente Donne dell’Underground.

Ultimo appuntamento della rassegna teatrale di Abaco Non Ci resta che ridere, domenica 13 maggio ore 20 alla Casa della Cultura a Monserrato realizzata col contributo del Comune di Monserrato e Regione Sardegna. Marta Proietti Orzella presenterà lo spettacolo Donne dell’urderground di cui è regista, drammaturga e attrice in scena assieme a Carla Orrù, produzione NudiCrudi.

Donne dell’underground” propone una fusione di brevi monologhi brillanti. Piccoli “mostri”, brevi ritratti “maledetti” di donne “al margine”, donne dell’underground, alla ricerca di una rivincita, personaggi grotteschi e mostruosi, spesso odiosi e insopportabili…

La liberazione da una condizione di sottomissione e di marginalità è l’ elemento che accomuna la storia di queste donne alla ricerca di un riscatto personale e sociale che si ribellano a una condizione di subordinazione e inferiorità.

Le protagoniste Marta Proietti e Carla Orrù, dividono la scena con ironia e leggerezza, offrendo agli spettatori un improbabile (ma non troppo!) “spaccato” femminile. I personaggi appartengono a storie che ci fanno sorridere, ma anche riflettere sulla condizione “underground” della donna. Il linguaggio è quello tipico della commedia a tratti in lingua sarda. Le storie sono arricchite da suoni, musiche e immagini che sottolineano le azioni scena e si ispirano ad opere di Stefano Benni, Sergio Atzeni e Copì.

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Gel contro ustioni da meduse, Monserrato

Gel contro ustioni da meduse, Monserrato

Rischio meduse a Cagliari. L’arrivo di questa calda estate potrebbe portare nuove ondate di questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *