Unica Radio App
Claudio Espector

Il pianista argentino Claudio Espector protagonista a 5×88

Sabato 14 aprile nel Palazzo Siotto di Cagliari la rassegna 5×88 prosegue con il pianista argentino Claudio Espector. L’artista proporrà un programma che spazierà da S. Prokofiev a A. Ginastera

Sarà il pianista argentino Claudio Espector il protagonista del nuovo appuntamento, sabato 14 aprile nel Palazzo Siotto di Cagliari (in via dei Genovesi 114), con 5×88, la rassegna dedicata al pianoforte solo ideata a prodotta dalla Fondazione Giuseppe Siotto- Onlus.

Già direttore del Conservatorio Superior Manuel de Falla di Buenos Aires, per la sua luminosa carriera Espector è stato premiato dall’Associazione di critici musicali dell’Argentina. Si è anche occupato degli ultimi, ideando, nell’ambito delle politiche socio-educative del Ministero dell’Educazione del suo paese, il programma “Orquestas y Coros para el Bicentenario”, che ha coinvolto i bambini dei quartieri più emarginati.

L’appuntamento di sabato è alle 21 per un concerto dal titolo “Visiones, tango y revoluciones”, una serata in Espector proporrà brani che spazieranno da S. Prokofiev ad A. Mosolov, da J. J.  Castro ad A. Ginastera.

5×88 è realizzata dietro la direzione artistica della pianista Irma Toudjian, con il supporto delle associazioni Le OfficineACCuS (Associazione per la Cooperazione Culturale in Sardegna) e Suoni&Pause. Il titolo della rassegna deriva dal numero di appuntamenti (cinque in totale) e dagli 88 tasti del pianoforte, strumento protagonista del ciclo di concerti.

Per info e prenotazioni[email protected]

Claudio Espector

Argentino, porteño per l’esattezza. Ha studiato pianoforte a Buenos Aires, nel Conservatorio “Manuel de Falla” (1978). Nel 1979 ottiene una borsa di studio che lo porta al “Conservatorio Tchaikovsky” di Mosca. Lì ha vissuto per 8 anni e ha ottenuto la laurea di “Magister”. Svolge una intensa e ampia attività di concerti, come componente di diversi ensemble di musica da camera o come solista, con importanti orchestre sia nel suo Paese che all’estero. Parallelamente alla sua attività concertistica, svolge la sua professione di Maestro di Pianoforte.

Nel 1998 crea il progetto “Orquestas y Coros Infantiles y Juveniles” della città di Buenos Aires. A quasi 20 anni dalla sua creazione, il progetto coinvolge attualmente 1800 giovani dei quartieri popolari della città. È stato direttore del Conservatorio Superior Manuel de Falla (2002-2007). Sotto la sua gestione, si sono sviluppati progetti innovativi. Tra questi gli indirizzi di studio di Tango e Musica Argentina, con a Juan Falú, di Jazz, con Ernesto Jodos e di Musica Antica, con Marcelo Birman. Contemporaneamente si sono portati avanti programmi di iniziazione musicale all’infanzia.

Nel 2007 crea nell’ambito delle politiche socio-educative del Ministero dell’Educazione nazionale argentino, il programma “Orquestas y Coros para el Bicentenario”. Programma che ha visto la partecipazione di 20000 bambini e giovani di tutto il Paese, suddivisi in 300 orchestre e cori, in scuole elementari e medie dei quartieri più emarginati.

È stato premiato dall’Associazione di critici musicali dell’Argentina per la sua carriera, che lo ha proclamato personalità importante per la cultura dal Governo della città di Buenos Aires, col “Premio a la Trayectoria Artística por el Fondo Nacional de las Artes de la Argentina”. Altro titolo concessogli dal Comune di Cocentaina (Spagna) è il “Reconocimiento Honorífico por su contribución a crear una sociedad más justa”. È presidente della Fondazione “Musizap-arte y música para todos”.

Rassegna Significante

About Luca Pinna

Luca Pinna
Studente di Scienze della Comunicazione, appassionato di calcio e viaggi. Musica, un po' di tutto ma generalmente commerciale.

Controlla anche

Centro d'arte

Fase 2: tornano le visite nei centri d’arte a Cagliari

Fine del lockdown per i centri d’arte del cagliaritano, dopo il trasferimento sul web, si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *