Unica Radio App
Gisella Vacca

Sulla mia carne morbida, il libro di Gisella Vacca

Presentazione al pubblico del primo lavoro di Gisella Vacca. Una raccolta di fotografie e poesie inedite.

Giovedì 1 marzo alle 17 nella Biblioteca Comunale G. B. Tuveri in via Venezia 23, incontro con Gisella Vacca autrice del libro “Sulla mia carne morbida – 21 fotopoesie”, edito dal Cenacolo di Ares.

E’ il debutto editoriale di Gisella Vacca, già autrice di alcune canzoni e poesie non edite, in lingua sarda, italiana e catalana, che l’eclettica artista interpreta nei suoi recitals.

Ha svolto una propria ricerca registica, focalizzata, da un lato, sulla Sardegna e, dall’altro, su un teatro di forte impatto sociale, culminata con la messa in scena di alcuni spettacoli a carattere antropologico e di due spettacoli interpretati dai detenuti del Carcere Minorile Sardo. È autrice e interprete di recitals che esplorano in chiave colta il canto e la poesia del Mediterraneo e del Sud del mondo. Ha collaborato e collabora con ottimi musicisti, tra cui i pianisti Nicola Meloni e Renato Muggiri, l’organettista Pierpaolo Vacca, il chitarrista Roberto Rachel, il pianista e compositore catalano Josep Maria Cols e il polistrumentista kurdo Mübin Dünen, il violinista Francesco Fry Monetie il sassofonista Gavino Murgia.

Cantante di natura versatile, laureata al Conservatorio di Cagliari, Gisella Vacca è attrice di teatro e di cinema, regista teatrale, autrice, ha lavorato per diverse compagnie, diretta da importanti registi, tra cui Marco Gagliardo, Guido de Monticelli e Theodoros Terzopoulos, e ha collaborato con il Teatro Lirico di Cagliari e Radiotre Rai.

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

FIND 38

FIND 38 presenta il Festival Internazionale Nuova Danza

“All we can do is dance”, tutto quello che possiamo fare è ballare è il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *