Unica Radio App

Bioingegneria. La prima mano bionica in Italia è realizzata a Cagliari

Bioingegneria: mano bionica si collega al sistema nervoso.

Il cuore del progetto nelle mani dei ricercatori di Eolab dell’Ateneo sardo. È realizzata da un team dell’Università di Cagliari. L’elettronica della mano comunica con il sistema nervoso della donna italiana che per prima ha utilizzato una mano bionica dotata del senso del tatto.

L’EOLAB – Laboratorio di Microelettronica e Bioingegneria del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, collabora dal 2006 allo sviluppo della protesi di mano.

nebias chip Bioingegneria. La prima mano bionica in Italia è realizzata a CagliariGli elettrodi che consentono di fare “parlare” il sistema nervoso della paziente con la mano realizzata dal gruppo di Silvestro Micera, della Scuola Superiore Sant’Anna e del Politecnico di Losanna, sono stati impiantati dall’équipe del neurochirurgo Paolo Maria Rossini al Policlinico Gemelli di Roma.

Con la protesi collegata al sistema nervoso il paziente percepisce l’arto artificiale come parte del corpo stesso. In questo modo è possibile controllarlo come uno arto naturale ricevendo per esempio sensazioni tattili. L’EOLAB contribuisce a questo progetto con lo sviluppo dei microchip capaci di inviare i segnali elettrici al cervello e di tutta l’elettronica necessaria a miniaturizzare il sistema e renderlo effettivamente utilizzabile ed impiantabile sottopelle. Una grande attività possibile grazie all’integrazione ed ottimizzazione degli algoritmi utili a interpretare e tradurre in tempo reale i segnali nervosi del nostro corpo in azioni della protesi.

Finora i sistemi di controllo della mano utilizzavano una strumentazione che occupava un ingombro pari ad un carrello del supermercato. Il sistema ora risiede in un mini zainetto da tenere sulla schiena del paziente ma in futuro sarà direttamente disponibile sottopelle.

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

“Terre di confine”: alla Cineteca Sarda la prima tappa

“Terre di confine”: alla Cineteca Sarda la prima tappa

Filmfestival alla Cineteca Sarda per la prima tappa del “Terre di confine” Ospite la documentarista, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *