Unica Radio App
Cagliari carta di identità gratuita

Cagliari, carta di identità gratuita per residenti con reddito basso

Dal 19 gennaio i cittadini residenti a Cagliari con un reddito inferiore a 3 mila euro potranno ricevere la nuova carta di identità gratuita

A partire da venerdì 19 gennaio, e per tutto il 2018, i cittadini che hanno un reddito ISEE pari o inferiore a 3 mila euro e sono residenti a Cagliari da almeno 24 mesi potranno ricevere la nuova carta di identità gratuita.

Per procedere alla sostituzione del vecchio documento di identità scaduto, con la nuova carta elettronica basterà recarsi in Comune con la documentazione necessaria. È possibile inoltre prenotare il servizio con le seguenti modalità: tramite il portale dedicato del Ministero dell’Interno presentandosi poi presso l’ufficio comunale. Oppure recandosi personalmente ad uno degli sportelli preposti del Comune. In entrambi i casi è necessario munirsi di una foto tessera recente e della tessera sanitaria contenente il codice fiscale.

Dall’incrocio dei dati delle Politiche Sociali con quelli dell’Anagrafe  i cittadini aventi diritto nel 2018 secondo i parametri stabiliti sono circa 1.300. Le risorse stanziate dalla Giunta per coprire tutte le spese di rilascio ammontano a 29.000 euro.

«Si tratta di un documento di fondamentale importanza non solo ai fini del riconoscimento», spiega l’assessore ai Servizi Demografici Danilo Fadda, «ma anche nell’ottica della semplificazione dei rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione. Visto che tale carta d’identità elettronica potrà essere utilizzata quale strumento di identificazione in rete per tutti i servizi telematici. È un ulteriore segnale di vicinanza e attenzione dell’Amministrazione nei confronti di coloro che vivono in condizioni economiche disagiate».

Rassegna Significante

About Giulia Concas

Giulia Concas
21 anni. Studentessa di Scienze della Comunicazione, a tempo pieno divoro libri, serie tv e film. Il tutto accompagnato dalla mia personale colonna sonora a metà fra rock, metal e trash.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *