Unica Radio App
suonatore di sassofono

Francesco Cafiso: il sassofono nel destino

Inizia a suonare il sax a soli 6 anni ma già a 9 anni è in tour con la sua band composta da musicisti adulti che lui dirige con grande maturità.

Francesco Cafiso ha il talento nel sangue, per questo, Wynton Marsalis nel 2002 all’età di 13 anni lo coinvolge nel suo tour europeo. Nel 2004 è ospite d’onore al Festival di Sanremo. Nel 2006 ha conseguito il diploma in flauto traverso presso l’istituto musicale Vincenzo Bellini a Catania. Ha suonato diverse volte in USA esibendosi al Lincoln Center nella “Alice Tully Hall” e nella “Avery Fisher Hall” oltre che al Birdland, all’Iridium, al Dizzy’s Club Coca Cola, al BB King, jazz club di New York. Si è esibito in altri Festivals internazionali quali quello di New Orleans, di Montréal, di Melbourne, di Tokyo, di Londra, di Ouro Preto in Brasile, di Tallinn in Estonia, in festivals europei tra cui, ViennaNorth SeaVienne, Marciac, Vitoria, Umbria Jazz, Pescara Jazz.

francesco cafiso sassofono talento sardegna cagliari musica

Dal 2008 dirige il “Vittoria Jazz Festival”, che si svolge nel mese di giugno a Vittoria, sua città natale. Il 19 gennaio del 2009, su segnalazione di Wynton Marsalis, ha suonato a Washington, D.C. durante i festeggiamenti in onore del presidente Barack Obama e del Martin Luther King Day. Il 17 luglio del 2009, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e Umbria Jazz lo hanno nominato “ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo”.

Nel 2010 ha conseguito la laurea specialistica di II livello in jazz presso il Conservatorio Corelli di Messina.

Subito dopo si è esibito in Cina durante il festival “The Best of Italian Jazz” in occasione dell‘Expò 2010 a Shanghai. Nel 2012 ha arrangiato “Don’t Stop” la musica di sottofondo del notissimo spot pubblicitario dell’Eni. Ha suonato assieme a Giuseppe Mirabella alla chitarra, Giuseppe Bassi al contrabbasso e Peppe Tringali alla batteria.

In luglio del 2012, in occasione dei Giochi olimpici, è stato invitato a esibirsi a Londra, presso la sede di Casa Italia, alla presenza dell’Ambasciatore italiano a Londra e dei vertici del CONI. In settembre 2012, durante una lunga permanenza negli USA, ha tenuto una serie di masterclasses di sassofono alla UPenn, la prestigiosa Università di Filadelfia. Nel 2018 esce We play for tips il cui titolo fa riferimento alla scritta che i musicisti di strada di New Orleans portavano sui loro cappelli per chiedere la mancia.

Rassegna Significante

About Andrea Quartu

Andrea Quartu
Studio Scienze Della Comunicazione. Estremamente sopra le righe e appassionato di moda. Mi piace molto scrivere, ma ho sempre paura di sbagliare le virgole.

Controlla anche

Alghero

Sergio Caputo quinted in concerto ad Alghero

Festival Sant Miquel – Teatro Civico – Domani, venerdì 23 ore 20:30 Sergio Caputo il …