Unica Radio App
Passiflora

Maria Rita Virdis e l’ associazione P.Ass.I.Flora

Maria Rita Virdis e l’ associazione P.Ass.I.Flora

 
Play/Pause Episode
00:00 / 4:20
Rewind 30 Seconds
1X

Maria Rita Virdis è uno stimato membro della associazione P.Ass.I.Flora, molto incisiva per quanto riguarda il tema dell’ ambiente

La protagonista

Maria Rita Virdis è nata a Cagliari nel 1977, si è laureata a Sassari in scienze e tecnologie agrarie. La sua tesi s’ intitolava “Valutazione di caratteri ornamentali in cultivar di mirto (Myrtus communis L.)”. Si occupa in particolare della gestione, conservazione e valorizzazione di piante e paesaggio in aree urbane, agricole e naturalistiche di pregio.

Collabora con Enti, amministrazioni pubbliche e società private in programmi di ricerca, censimento e gestione del verde pubblico e privato. Coopera con l’ Università di Sassari in progetti di ottimizzazione dei modelli colturali di specie della macchia mediterranea, in particolare del mirto. Dal 2007 si occupa della tutela e del recupero delle specie vegetali presenti nelle aree urbane e agricole dell’ isola dell’ Asinara. Le utilizza a fini produttivi e ornamentali.

L’ associazione

L’ associazione è costituita da tecnici nel settore della ricerca, ambientale, educativo e turistico. Essi svolgono attività lavorative e di ricerca, collaborando con Università, Parchi, Ente pubblici e privati, scuole di vario ordine e grado. Sono infatti soci della cooperativa laureate in Scienze Naturali e Scienze e Tecnologie Agrarie. Però quelli che presentano anche i titoli di educatori ambientali e guide ambientali escursioniste. Titoli conseguiti con corsi di formazione regionali e regolarmente certificati dalla Regione Autonoma della Sardegna. Lavorano inoltre per la cooperativa educatori esperti in riabilitazione di soggetti svantaggiati, attività ludotecarie e di integrazione sociale.

Passiflora

Recentemente, l’ associazione ha iniziato a sviluppare un nuovo ramo produttivo presso un orto con produzione di kit di piante tintorie naturali. La nuova produzione mira soprattutto alla creazione di nuove opportunità di lavoro per i fruitori dell’orto e all’ inserimento lavorativo di persone svantaggiate. La cooperativa, infine,  svolge attività di educazione ambientale e servizi turistici. Sicuramente un progetto molto complesso ma molto giusto e valido. Vale la pena informarsi su di esso.

Rassegna Significante

About Stefano Conti

Stefano Conti
22 anni. Vive a Gonnosfanadiga. Studente di beni culturali presso l' università di Cagliari. Diplomato al liceo linguistico E. Piga di Villacidro nel 2017. Inizia li studi universitari nel 2017. Ama ascoltare musica, guardare serie tv, leggere, scrivere (ha pubblicato 7 delle sue poesie nella raccolta "Le tue parole 6" della casa editrice Pagine).

Controlla anche

Disuguaglianza da CO2: l'1% più ricco del pianeta inquina più di 3 miliardi di poveri

Disuguaglianza da CO2: l’1% più ricco del pianeta inquina più di 3 miliardi di poveri

L’allarme lanciato dal rapporto “Disuguaglianza da CO2” pubblicato da Oxfam mostra i dati scioccanti riguardo …