Home / Articoli / Teatro / “Gap – rovinarsi è un gioco” in scena al TsE di Cagliari

“Gap – rovinarsi è un gioco” in scena al TsE di Cagliari

Da lunedì 15 fino a giovedì 18 aprile, in scena “Gap / Gioco d’Azzardo Patologico – rovinarsi è un gioco, di Stefano Ledda,G sulla vita “esplosa” di un giocatore di videopoker 

Si intitola “SARDEGNA 2019 – ROVINARSI E’ UN GIOCO” il progetto firmato Teatro del Segno e realizzato con il patrocinio e il sostegno dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Autonoma della Sardegna: da lunedì 15 aprile fino a giovedì 18 aprile (invece che dal 25 al 28 marzo come precedentemente annunciato) al TsE di Is Mirrionis a Cagliari sarà in scena in scena “GAP / Gioco d’Azzardo Patologico – rovinarsi è un gioco” – lo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Stefano Ledda,  ispirato alla storia (vera) di un giocatore di videopoker.

Il Progetto

La pièce teatrale è il fulcro del progetto di sensibilizzazione e informazione sulle nuove dipendenze “non da sostanze” che la compagnia cagliaritana porta avanti da diversi anni nelle scuole e nei teatri dell’Isola e della Penisola, in cui una vicenda emblematica rappresentata sul palco offre lo spunto per una riflessione sulle insidie celate oltre l’apparenza di un innocuo passatempo, che rischia di trasformarsi in una sorta di droga per la mente.

Se “rovinarsi è un gioco” – come ricorda il sottotitolo dello spettacolo, che dà il nome al progetto di respiro regionale – l’antidoto è rappresentato dalla consapevolezza dei rischi nascosti e degli effetti collaterali del piacevole brivido dell’azzardo, cui è possibile assuefarsi finendo con il diventare prigionieri di un’ossessione, al punto da desiderare di perdere per “doversi rifare” e recuperare le perdite e quindi giocare, e giocare ancora.

La visione dello spettacolo sarà seguita da un incontro-dibattito sulle conseguenze e gli effetti – e le ricadute economiche e sociali – del gioco d’azzardo patologico con l’autore e regista e con psicologi ed esperti del SerD – in cui sarà possibile approfondire i vari aspetti e porre quesiti confrontandosi con un fenomeno “invisibile” (come invisibili spesso ci appaiono i clienti “stregati” dalle slot machines) – ma in costante crescita.

Appuntamenti

Lo spettacolo sarà in cartellone al TsE di via Quintino Sella a Cagliari da lunedì 15 aprile fino a giovedì 18 aprile tutti i giorni alle 9.30 e alle 11.30 (con due matinées per le scuole) e giovedì 18 aprile alle 20.30 con una replica straordinaria – fuori abbonamento – incastonata fra gli appuntamenti della stagione 2018-19 di “Teatro Senza Quartiere”.

Per informazioni e prenotazioni: cell. 392 9779211 – 391 4867955

Listen Unica Radio on Spotify

About Giulia Olla

Giulia Olla
Nata a Cagliari nel 1995, studentessa di Lingue e Culture per la Mediazione Linguistica presso L'Università di Cagliari

Controlla anche

Maurizio Battista sbarca in Sardegna

Lo spettacolo del comico Maurizio Battista “Scegli una Carta” è pronto a trascinare il pubblico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.