Home / Articoli / Arte e mostre / Nuovi incontri in programma al May Mask
Unica Radio App

Nuovi incontri in programma al May Mask

Nuovi incontri previsti per il mese di marzo nel programma dell’associazione culturale May Mask.

Il programma dell’associazione culturale May Mask offre per il mese di marzo tre incontri interessanti.

VENERDI 01 MARZO ORE 19.00
May Mask presenta METAMORPHOSIS di Milly Macis – Mostra fotografica
Inaugurazione venerdi 1° marzo ore 19.00

Milly Macis

MILLY MACIS

Tatuatrice e fotografa, si divide tra il suo Inkanto Tattoo Emporium a Cagliari e la macchina fotografica, portando con sé il suo stile unico, frutto di anni di sperimentazione e ricerca.
Il suo percorso l’ha portata a lungo in giro per l’Europa, da giovanissima. Prima a Londra per anni, dove ha volutamente imparato l’arte del TATTOO, poi in Olanda e Belgio. Anche ora che è una artista conosciuta e premiata è alla costante ricerca di ispirazione, spostandosi da e verso la Sardegna, collaborando con altri artisti e dedicandosi alla seconda sua grande passione: la fotografia. 
Le fotografie esplorano la parte più oscura, dark, dell’artista e parlano di esperienze comuni che vengono a volte nascoste o censurate come le fobie, traumi, paure, protagoniste del progetto mostra/performance “Phobia-la paura sei tu”, ideato e organizzato da Milly, nella quale le sue foto prendono vita.

SABATO 2 MARZO ORE 21.00
May Mask incontra la musica curda di Mubin Dunen

Torna la musica curda del nostro amico Mubin Dunenmusicista curdo di incredibile bravura che presenta composizioni originali e musiche tradizionali curde e turche, suonando ney, santur e cura, strumenti tipici della sua terra. Ha studiato “Ney” al Conservatorio Municipale di Izmit Turchia). Dopo le prime esperienze giovanili, dall’età di vent’anni ha svolto la sua attività musicale in forma professionale collaborando con noti gruppi musicali e collaborato alle registrazioni di concerti ed album musicali di artisti famosi, quali Ciwan Haco,Mehmet Atli, Lilith, Metin e Kemal Kahraman, Servet Koca Kaya, Mehmet Akbas, Gulay,Burhan Berken, Tayfun Talipoglu,Serdar Keskin. Ha partecipato a numerosi festival in Turchia e all’estero e approfondito la conoscenza di nuovi strumenti tradizionali e contemporanei. Oltre al Ney e alla propria voce, utilizza regolarmente Santur (cimbalon), Cura (piccolo saz), Tanbur (violoncello turco) e percussioni. Ha sviluppato uno stile personale sia nell’esecuzione che nella composizione, influenzata dai molteplici incontri con artisti europei e asiatici.

DOMENICA 3 MARZO ORE 19:00
Concludiamo gli appuntamenti dedicati al Carnevale Cagliaritano incontrando Gianluca Medas.

Bellu schesch’e Dottori – reading di Gianluca Medas

Nel 1908 il magistrato cagliaritano Emanuele Pili presenta a Cagliari uno spettacolo dedicato al carnevale cagliaritano dal titolo Bellu schesch’ è dottori. All’interno della trama personaggi tipici dell’ambiente cittadino, sa panettera, su memmellu, is majolus, su seddoresu su pipabalderi, s’aggattu, su piciocu e crobi ma soprattuttos’abogau carrabusu, una delle maschere più esilaranti della nostra memoria. Il testo ci propone un acquarello sfumato di una città che non c’è più, ed è testimonianza di una leggerezza che sarebbe difficile trovare tra le persone e per le strade del centro storico di oggi. Gianluca Medas ci proporrà una lettura di questo testo divertentissimo e straordinario scritto in cagliaritano, ed i cui personaggi parlano nei vari “cagliaritani” i cui accenti fino alla metà degli anni cinquanta erano ancora vivi nella parlata popolare. Così, attorniati dai rumori e i festeggiamenti del carnevale ecco che si muovono tutti i personaggi della storia che, come schegge impazzite, si muovono cercando di sopravvivere mentre il mondo sta cambiando. Lo spettacolo, quando il carnevale cagliaritano era il carnevale cagliaritano, prima che venisse violentato da oscuri personaggi che ne hanno decretato la fine faceva parte del cartellone delle iniziative assieme al processo che si celebrava nei gradini del municipio di Cagliari ed era uno dei momenti più importanti delle celebrazioni.

Listen Unica Radio on Spotify

About Eleonora Piu

Eleonora Piu
Studentessa al terzo anno in Scienze della Comunicazione. Amante della buona compagnia e della buona musica.

Controlla anche

“Musica a palazzo”, la rassegna e Locatelli concedono il bis

Il 14 giugno appuntamento di chiusura con il Maestro Leonardo Locatelli. La rassegna “Musica a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.