Home / Articoli / Cinema / Al TEN di Nuoro Cinema in Centro Città
Unica Radio App

Al TEN di Nuoro Cinema in Centro Città

Sardegna Teatro restituisce a Nuoro la possibilità di fruire del Cinema in Centro Città

Sardegna Teatro, unico Teatro di Rilevante Interesse Culturale dell’Isola, rinnova la sua attenzione al territorio, restituendo a Nuoro la possibilità di fruire del Cinema in Centro Città. Il TEN Teatro Eliseo Nuoro ospita il progetto TENCinema: a partire da metà marzo, per 7 appuntamenti, saranno proiettate altrettanti film d’autore, insigniti di importanti riconoscimenti internazionali. 

La rassegna ha inizio il 14 marzo con Un affare di famiglia di Koreda Hirozaku, Palma d’Oro Festival di Cannes 2018; prosegue giovedì 28 marzo con Manifesto di Julian Rosefeldt e Giovedì 4 aprile con Ognuno ha il diritto di amare di Adina Pintilie, Orsa d’oro al Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2018. Giovedì 18 aprile sarà la volta di Corbeddu di Louis Van Gasteren e la settimana successiva – in data 24 aprile – sarà proiettato La diseducazione di Cameron Post di Desiree Akhavan, Vincitore del Gran Premio della Giuria al Sundance Festival 2018. Sabato 4 maggio si vedrà L’uomo con la lanterna di Francesca Lixi, che incontrerà il pubblico del TEN, e infine, si termina il 6 e 7 maggio con La pazza gioia di Paolo Virzì, che sarà presente in sala.

Questo progetto è reso possibile grazie a un virtuoso intreccio di collaborazioni e partner: prima tra tutti la preziosa e proficua collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission, sostenitore attivo di una visione culturale che integra a restituisce spazi al grande cinema d’autore, ormai escluso dai circuiti multisala, investendo inoltre sul dialogo con gli spettatori.

Così Nevina Satta, CEO Sardegna Film Commission: «In qualità di ente di governance regionale per lo sviluppo della filiera audiovisiva in Sardegna non potevamo mancare all’appuntamento del TENCinema, che ci permette di riportare al centro della Barbagia la cultura cinematografica, grazie allo sguardo di autori e autrici internazionali, a alla presentazione di opere inedite ed incontri con i più conosciuti professionisti e talenti del cinema italiano. La vita della sala TENCinema in centro città è garantita dalla mai esaurita passione per il cinema di qualità, del pubblico nuorese».

Alessandro Murtas, amministratore della Moderno Srl, sottolinea che: «Cinema al Centro è da sempre la frase che meglio rappresenta la filosofia aziendale della Moderno srl. Riportare il cinema di qualità a Nuoro vuol dire integrare l’offerta cinematografica della Multisala di Pratosardo e non contrapporsi».

Si risponde inoltre al desiderio di dare spazio alla narrazione cinematografica di professionisti sardi o di coloro i quali hanno scelto la Sardegna per raccontare la propria visione del mondo, della realtà, dell’arte. Antonello Zanda – a capo della Cineteca Sarda della Società Umanitaria che  da più di 50 anni promuove la cultura cinematografica in Sardegna – mette a disposizione un archivio audiovisivo che, sulla base del lavoro dei laboratori di restauro e di digitalizzazione capaci di trattare tutto il mondo dell’audiovisivo, con le tecnologie all’avanguardia di conservazione e trattamento dati consente la più ampia conoscenza della memoria storica audiovisiva della Sardegna.

Non ultimo, Luigi Fassi, direttore del MAN così articola il legame con l’iniziativa: «Siamo orgogliosi come MAN di partecipare fattivamente al cinema del TEN, progetto che segna un’ulteriore tappa di innovazione culturale della città di Nuoro e della sua provincia, territorio oggi all’avanguardia in Regione per la produzione culturale. Il MAN darà tutto il proprio supporto allo sviluppo del programma di film e al suo radicamento in città, nella convinzione che collaborazione e progettualità condivise siano le modalità di azione  privilegiate per proporre un’offerta artistica e cinematografica di assoluta qualità al pubblico di riferimento».

In conclusione, Basilio Scalas – presidente Sardegna Teatro – ribadisce la natura sinergica e collaborativa di questo progetto che «mostra la superficialità dei luoghi comuni – che vedono la Sardegna come terra individualista –  e realizza un progetto ambizioso per i contenuti e le modalità, a dimostrazione che esiste un modo di operare nel settore che è quello del coinvolgimento e del dialogo di alto livello, tra professionisti di settori solo apparentemente distanti».

Listen Unica Radio on Spotify

About Eleonora Piu

Eleonora Piu
Studentessa al terzo anno in Scienze della Comunicazione. Amante della buona compagnia e della buona musica.

Controlla anche

capoterra 2000

Moda e spettacolo a Nuoro con Capoterra 2000

L’associazione culturale Capoterra 2000 organizza nel capoluogo barbaricino una serata all’insegna della moda, valorizzando le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.