Home / Articoli / Altro / Studiare a lungo conviene: la formazione è un investimento
Musica e Storia

Studiare a lungo conviene: la formazione è un investimento

Secondo il rapporto sulla popolazione della Società Italiana di Statistica, studiare a lungo fa incrementare il proprio reddito

Tra poco meno di 20 anni nelle aule delle scuole italiane ci saranno, al netto del contributo alla popolazione studentesca dato dagli immigrati, 2 milioni in meno di studenti. Ma studiare a lungo conviene, e il valore di questo investimento è cresciuto nel tempo (nonostante il contemporaneo aumento percentuale della scolarità della popolazione). Questo vale sia per i redditi da lavoro dipendente (nell’ordine dell’8% per ogni anno di studio in più) sia per i redditi totali (rendimenti tra il 9 e il 14%, crescenti nel tempo). Questi vantaggi si osservano anche in riferimento alla probabilità di occupazione e alla dinamica dei redditi nell’arco della vita lavorativa.

Sono solo alcune evidenze ricavate dall’ultimo rapporto sulla popolazione presentato nei giorni scorsi all’Università Bocconi durante i Popdays2019, e curato da Gustavo De Santis e Elena Pirani, docenti di Demografia dell’Università di Firenze e Mariano Porcu, professore di Statistica Sociale dell’Università di Cagliari.

Il volume, edito da Il Mulino, fa parte della serie dei Rapporti biennalmente prodotti dall’AISP (Associazione Italiana Studi di Popolazione) della Società Italiana di Statistica. Il tema scelto per l’edizione 2019 è quello dell’istruzione, che è stata esaminata sotto vari profili: come è organizzata in Italia, come si è evoluta nel tempo, come è cambiata e cambierà in futuro l’utenza, quali aspetti problematici emergono (risorse investite e da parte di chi – pubblico o privato -, valutazione dei risultati, presenza straniera, aspetti differenziali, per territorio, genere, origine etnica, caratteristiche della famiglia di provenienza).

Listen Unica Radio on Spotify

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Nato a Cagliari nel 1993. Laureatosi in Lingue e Comunicazione, è da sempre affascinato dal mondo dei media e dell'informazione. Vede il giornalismo non come un lavoro, ma come uno stile di vita. Contatti: simone.cadoni@unicaradio.it

Controlla anche

Le condizioni climatiche e il riscaldamento del mare nel 2100

Gli studiosi dell’Università di Cagliari simuleranno le condizioni climatiche e il riscaldamento del mare nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.