Home / Articoli / Cinema / Lùgere si accende per la Berlinale 2019

Lùgere si accende per la Berlinale 2019

Tra gli obiettivi di Lùgere – Sardinian Landscapes: promuovere le imprese, il territorio e le professionalità dell’audiovisivo nel mondo

Il progetto Lùgere – Sardinian Landscapes farà la sua prima tappa al Festival internazionale del cinema di Berlino, dal 7 al 14 febbraio 2019, con l’obiettivo di promuovere, all’interno dell’evento European Film Market, le professionalità sarde del settore audiovisivo e di invitare le case di produzione internazionali a girare nell’isola.

Lùgere in sardo significa illuminare. Ed è proprio questa l’idea del progetto, nato dalla collaborazione tra Artevideo, Mommotty e Indòru – Boutique del suono: accendere i riflettori sulla Sardegna, valorizzare il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico, gli autori e gli operatori altamente qualificati degli ambiti professionali audio e video.

“La sfida internazionale per le piccole imprese sarde è strettamente connessa con la capacità di fare squadra e di proporre un’offerta integrata sui mercati europeo ed extraeuropeo”, spiega Marco Benoni di Artevideo, responsabile del progetto. Le tre case di produzione infatti, hanno costruito delle basi solide per una formazione vincente, integrando alla competenza trentennale di Artevideo, primo service sardo per la pubblicità e il cinema, la freschezza, dinamicità e le esperienze estere di Mommotty e Indòru.

Quattro i rappresentanti Lùgere alla Berlinale, con un’agenda ricca di appuntamenti: i due cagliaritani Andrea Benoni (‘88), location manager e coordinatore di produzione ed Enrico Spanu (‘63), regista e produttore; Emanuele Contis (‘79), di Samassi, musicista, compositore e sound designer; e Nicola Contini (1978), Oristano, regista e sceneggiatore. Saranno loro a creare un ponte tra la Sardegna e le società straniere. “La produzione audiovisiva è un’industria che richiede supporto professionale e specifiche competenze”, spiega Nicola Contini, cofondatore di Mommotty, “Lùgere si vuole candidare a diventare per la Sardegna il riferimento operativo per offrire a clienti nazionali ed internazionali servizi ad alto valore aggiunto”.

L’ampia gamma di servizi proposti da Lùgere sarà, infatti, in grado di coprire tutte le fasi necessarie al compimento di un progetto audiovisivo, come il supporto logistico, location scouting, e produzione esecutiva, per citarne alcuni.

Il trailer di Male Fadàu, film cortometraggio del regista ogliastrino Matteo Incollu, classe ‘81, verrà presentato all’European Film Market come lavoro di punta del progetto. La promozione dell’opera sarà anche la vetrina ideale per mettere in risalto la completezza dell’offerta Lùgere. Male Fadàu infatti, interpretato dall’attore cagliaritano Felice Montervino (35 anni), racconta una storia universale in un microcosmo dove i luoghi, le credenze e gli scenari umani svelano una Sardegna diversa da quella dell’immaginario comune. “Una missione che queste tre società italiane portano in giro per il mondo, alla ricerca di sguardi che possano posarsi sui luoghi e le storie di quest’isola” ci tiene a specificare il talentuoso regista, vincitore del primo premio FASI del concorso “Visioni Sarde 2018” con Il film “Disco volante”.  

Emanuele Contis, fondatore di Indòru, laureato alla prestigiosa Berklee College of Music, spiega l’importanza del sostegno finanziario della Regione Sardegna per la realizzazione dell’ambizioso progetto. “Il bando Identity Lab ci ha dato l’opportunità di metterci in rete con partner già attivi nel campo della produzione video e di dar vita a Lùgere, una “squadra” di eccellenze del settore in grado di proporsi e operare nel mercato dell’audiovisivo, coprendo al meglio i vari settori interessati.” Poi sottolinea che “il festival di Berlino, in quest’ottica, è un’ottima occasione, da un lato, per far conoscere agli operatori internazionali la nostra realtà e possibilmente esportare le nostre capacità fuori dall’Italia; dall’altro è un’opportunità per invitare qui chi ha dei progetti o delle produzioni cinematografiche da realizzare e che in Sardegna troverebbero non solo uno scenario naturale unico al mondo, ma anche una solida rete di professionalità pronte a collaborare garantendo gli standard internazionali.” Il progetto rappresenta interamente le caratteristiche del Made in Italy: un lavoro su misura, seguito in ogni dettaglio e basato sulle esigenze dei collaboratori e clienti.

Lùgere – Sardinian Landscapes si accende a Berlino ma ha in programma un viaggio intorno al mondo; le prossime destinazioni saranno Il Festival di Cannes, ad aprile, e il Festival di Shangai, a giugno.

Listen Unica Radio on Spotify

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Nato a Cagliari nel 1993. Laureatosi in Lingue e Comunicazione, è da sempre affascinato dal mondo dei media e dell'informazione. Vede il giornalismo non come un lavoro, ma come uno stile di vita. Contatti: simone.cadoni@unicaradio.it

Controlla anche

Alessandra Piras su Unica Radio per il CFF

Raccontare il Sessantotto: intervista ad Alessandra Piras per l’anteprima del CFF Alessandra Piras illustra ai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.