Home / Articoli / Altro / Il Marina Café Noir riparte dall’Accademia Popolare

Il Marina Café Noir riparte dall’Accademia Popolare

Dal 13 al 15 febbraio la prima tappa di avvicinamento alla XVII edizione del festival letterario Marina Café Noir

Edizione numero diciassette per l’appuntamento letterario più longevo della Sardegna: torna a Cagliari tra 19 e 22 giugno Marina Café Noir – Festival di letterature applicate, evento organizzato dall’associazione culturale Chourmo che dal 2003 porta in città libri, incontri, reading, omaggi e laboratori con scrittori, giornalisti, attori, musicisti, antropologi, sociologi e artisti da tutto il mondo.

Marina Café Noir conferma la sua formula inclusiva e aperta, strettamente legata agli spazi cittadini. E conferma ancora l’intenzione di espandersi oltre i giorni dedicati al Festival con una serie di anticipazioni in un percorso work in progress che partirà con i primi appuntamenti già a febbraio.

Il tema. “Il contrario di uno”, filo conduttore della diciassettesima edizione di Marina Café Noir, è il titolo di una raccolta di racconti brevi di Erri De Luca, titolo che l’autore partenopeo ha gentilmente messo a disposizione del Chourmo. “Il due è il contrario di uno”, spiega De Luca. “Non il doppio, ma il suo contrario, il contrario di uno e della sua solitudine efficiente. Questa notizia, che contrasta l’aritmetica, è l’esperienza di questi racconti.” “Abbiamo pensato che anche per noi – sottolinea Chourmo – due è il contrario di uno, e che quella contrarietà, che amiamo, fosse più facile che si moltiplicasse dal due, dall’incontro tra persone, dall’assenza di paura nei confronti dell’altro, per diventare magari gruppo, consorzio umano, società civile e, perché no, moltitudine. Abbiamo pensato che viviamo tempi per molti versi cupi e carichi di neri presagi, tempi che ci vogliono sempre più soli, sempre più isolati, imprigionati dai nostri congegni tecnologici e preda delle nostre psicosi, quando invece il primo passo per riprendere controllo di sé e della propria vita è quello di aprirsi al mondo, e agli altri. Ci è sembrato di leggere tutto questo, tra le parole di quel titolo, e ci è sembrato perfetto per offrire al nostro pubblico, come facciamo da diciassette anni, tutto il nostro carico di passione, di letture, di visioni, di utopie”.

Il calendario. Il percorso del Chourmo verso la diciassettesima edizione del Festival muoverà i primi passi tra 13 e 15 febbraio con l’Accademia Popolare, tre giorni di saperi condivisi in un’ottica popolare e inclusiva, che coinvolgerà docenti e ricercatori dell’Università di Cagliari insieme a musicisti e attori. Si parlerà di urbanistica, storia, archeologia, architettura, filosofia, cinema, antropologia, economia e sociologia con Maddalena Achenza, Antioco Floris, Andrea Cannas, Ester Cois, Nicola Melis, Valeria Deplano, Paolo Francalacci, Patrizia Manduchi, Marco Cadinu, Duilio Caocci, Stefano Usai e Romina Carboni. Tra marzo, aprile e maggio, il Chourmo volerà poi oltre Tirreno per partecipare ai festival letterari di Orihuela, Valencia, Saragozza, Madrid (in collaborazione con il Circolo dei Sardi Ichnusa) e poi Marsiglia, Ivrea e infine a Torino con la presenza al Superfestival, la sezione del Salone del libro dedicata alle migliori realtà italiane dei festival letterari.

Il festival. La diciassettesima edizione del Marina Cafè Noir – Festival di letterature applicate, si terrà a Cagliari dal 19 al 22 giugno 2019. L’appuntamento, il più longevo tra i Festival letterari della Sardegna, porterà nelle piazze e nelle strade del centro cagliaritano incontri popolari, liberi e aperti a tutti. Protagonisti, come sempre, sono i libri: a partire dai noir, genere che 17 anni fa ha portato il Chourmo a organizzare la prima edizione del Festival. Se il filo rosso che lega nomi, titoli e progetti del programma è “Il contrario di uno”, i temi a cui Marina Café Noir presta da sempre una particolare attenzione si confermano quelli dell’inclusione, delle migrazioni, delle trasformazioni delle città, dell’impatto delle tecnologie nel nostro quotidiano. Oltre agli incontri con gli autori, una parte preziosa e immancabile nel programma sono gli omaggi a scrittori, poeti e musicisti che hanno lasciato un’impronta fondamentale nella cultura contemporanea, e i reading che partendo dalle suggestioni delle pagine di un libro coinvolgono attori e musicisti isolani. Una giornata del festival, infine, sarà dedicata alla casa editrice milanese NN e ai suoi protagonisti. Tutti gli incontri sono liberi e gratuiti.

Collaborazioni. Marina Cafè Noir collabora tutto l’anno con molti protagonisti della vita culturale isolana, italiana e internazionale. Oltre ai rapporti consolidati con le case editrici NN, Sur, Milieu, Iperborea e con diversi festival di carattere internazionale dedicati all’editoria, la novità di quest’anno è la collaborazione con il Ctm, consorzio cagliaritano dei trasporti cittadini: Marina Café Noir e Ctm hanno stretto un accordo per una riflessione condivisa sulla mobilità sostenibile, e grazie alla mediazione dell’Ecoistituto del Mediterraneo verranno studiate soluzioni ad hoc per rendere il Festival sempre più green e sostenibile. Confermata inoltre la collaborazione con la Ciclofucina, realtà di Cagliari che promuove la mobilità ciclabile.

Listen Unica Radio on Spotify

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Nato a Cagliari nel 1993. Laureatosi in Lingue e Comunicazione, è da sempre affascinato dal mondo dei media e dell'informazione. Vede il giornalismo non come un lavoro, ma come uno stile di vita. Contatti: simone.cadoni@unicaradio.it

Controlla anche

A Cagliari prosegue la rassegna Musica a Palazzo

A Palazzo Regio un nuovo concerto della rassegna Musica a Palazzo, iniziativa della Città Metropolitana …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.