Home / Articoli / Musica / Esce “Tutto normale”, il nuovo singolo di Marco Cotza

Esce “Tutto normale”, il nuovo singolo di Marco Cotza

Il lavoro è prodotto dall’artista in collaborazione con Michelegiuseppe Rovelli per l’etichetta MGJR Records. Il video è stato diretto, invece, dal filmmaker Joe Bastardi.

Esce ufficialmente venerdì 18 gennaio “Tutto normale”, il nuovo singolo e videoclip del cantante cagliaritano Marco Cotza, al suo esordio discografico da solista con un brano che fa da preludio al suo prossimo album attualmente in fase di scrittura e lavorazione. La composizione prende vita a seguito della prolifica esperienza che l’artista sardo ha vissuto negli ultimi anni con la formazione dei Sanchez, sottolineando la sua crescita e progressiva maturazione artistica (è da evidenziare la sua scelta di scrivere e cantare in italiano). 

“Tutto normale” è stato registrato negli studi dell’etichetta MGJR Records di Cagliari con la preziosa collaborazione del produttore Michelegiuseppe Rovelli (che ha curato anche il missaggio) e di Marti Jane Robertson, ingegnere del suono che ha lavorato sul mastering. Le foto del progetto sono di Francesca Ardau,con le grafiche a cura di Francesco Adamo. Decisivi sono stati i contributi, inoltre, dell’attrice Michela Atzeni e del batterista Alessandro Atzori. Il videoclip è stato diretto e curato, invece, dal filmmaker Joe Bastardi. Il singolo è disponibile nell’apposita sezione nel sito dell’etichetta MGJR Records e su SpotifyIl video è disponibile su YouTube.I giornalisti interessati possono richiedere singolo e press kit all’indirizzo mail s.cavagnino@gmail.com.

IL SINGOLO – Ansia, rabbia e paura: sono questi i sentimenti che pervadono “Tutto normale”, il primo singolo da solista del cantante cagliaritano Marco Cotza. Non una canzone di protesta, ma l’esigenza di racchiudere emozioni e sensazioni incentrate sul tragico destino al quale è condannato il pianeta Terra, vittima di significativi mutamenti climatici a causa del suo intensivo e incontrollato sfruttamento. Il brano è caratterizzato da una musica ricca di contaminazioni, con profonde influenze synth pop d’oltremanica (forte è il richiamo agli stilemi del cantante britannico Jack Robert Garratt). Questo apocalittico scenario è stato il punto di partenza per la scrittura del brano che Cotza, dopo l’esperienza vissuta con la formazione dei Sanchez (con i quali cantava in inglese), ha voluto rendere rigorosamente in italiano. L’arrangiamento è stato curato dall’artista insieme al produttore Michelegiuseppe Rovelli. Un lungo lavoro a 4 mani, che ha permesso di ricreare un’atmosfera ansiogena, accostata sapientemente alle parole.

IL VIDEO – «E’ uno dei videoclip più difficili che abbia girato», racconta Joe Bastardi, che ha diretto riprese e montaggio.  «Non dal punto di vista tecnico e nemmeno da quello dei contenuti, ma sotto il profilo della resa concettuale. Volevo che il video contrastasse parecchio con la canzone e in qualche modo restituisse quel senso di apatia e distrazione che la stessa denuncia. Proprio questa è stata la sfida più grande, perché la mia intenzione era quella di rendere apatico lo spettatore mentre guarda il video. Non restituire alcuna emozione, annullare l’empatia, e spero di esserci riuscito», ha concluso il filmmaker. L’intero lavoro è stato girato presso lo stabilimento di AlexItalia Polistirolo Espanso di Alessandro Fanni, che ha messo a disposizione non solo lo spazio, ma anche dei “monoliti” di polistirolo che sono stati fondamentali per la resa estetica della scenografia, con la collaborazione di Michela Laconi che ha curato la coreografia delle ballerine in scena.

L’ARTISTA – Marco Cotza si avvicina al mondo della musica nel 2011 quando, nel locale gestito insieme al fratello e due amici, inizia a conoscere tanti musicisti cagliaritani, approfondendone l’amicizia. Sono loro che lo spingono a esprimere e coltivare il canto, la sua più grande passione. Nel 2013 prende vita la sua collaborazione con la formazione dei Sanchez, band cagliaritana con cui incide il disco “#1 The Greatest X” (2015). Nel mentre fa tesoro delle esperienze musicali e affina i suoi ascolti approfondendo e studiando generi come il soul, R&B contemporaneo e synth-pop, su tutti. Forte dell’importante esperienza vissuta con i Sanchez, decide nel 2018 di intraprendere il suo progetto da solista con la decisa convinzione a scrivere i suoi testi in italiano. L’incontro con Michelegiuseppe Rovelli e la MGJR Records risultano decisivi, rafforzandone ispirazione e determinazione. “Tutto normale” è il singolo che anticipa il suo primo album attualmente in fase di scrittura.

Listen Unica Radio on Spotify

About Simone Cavagnino

Simone Cavagnino
Giornalista, autore e conduttore. Dopo la maturità scientifica, compie studi giuridici e si occupa di giornalismo musicale. Ha collaborato con l'emittente televisiva Infochannel Tv Sardinia, con i magazine JAZZIT e LOLLOVE MAG. Ha curato il documentario "La memoria del suono" dedicato alla figura dell'artista sardo Pinuccio Sciola. Dal 2014 è direttore responsabile di Unica Radio e contestualmente svolge attività di ufficio stampa per artisti, festival, rassegne e singoli eventi. E' del giugno 2018 il suo primo libro dal titolo "Sardegna, Jazz e dintorni" edito da Aipsa Edizioni, scritto in collaborazione con il giornalista Claudio Loi. Info: simone.cavagnino@unicaradio.it

Controlla anche

Maurizio Battista sbarca in Sardegna

Lo spettacolo del comico Maurizio Battista “Scegli una Carta” è pronto a trascinare il pubblico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.