Home / Articoli / Arte e mostre / Monumento alle lacrime di Simone Dulcis e Lea Gramsdorff

Monumento alle lacrime di Simone Dulcis e Lea Gramsdorff

In occasione della Giornata del Contemporaneo AMACI 
Spazio (In)visibile presenta Monumento alle lacrime, di Simone Dulcis e Lea Gramsdorff dedicata alla Cripta di Santa Restituta

Spazio (In)visibile è lieto di presentare: Monumento alle lacrime, opera-istallazione di Simone Dulcis e Lea Gramsdorff dedicata alla Cripta di Santa Restituta a cura di Efisio Carbone.

Quando: venerdì 12 , sabato 13 (giornata del Contemporaneo) e domenica 14 Dove: Spazio (In)visibile via Barcellona 75, CagliariOrari: 19-21

In occasione della mostra ELEGIA, inaugurata presso la Cripta di Santa Restituta a Cagliari e visibile fino al 28 ottobre tutti i giorni dalle ore 10 alle 17, gli artisti Simone Dulcis e Lea Gramsdorff hanno realizzato, tra le dieci istallazioni site-specific, un lavoro su tela che riassume e sintetizza straordinariamente la relazione tra spazio, storia, memoria di un luogo così suggestivo come la cripta. Quest’opera sarà presentata al pubblico in occasione della giornata del contemporaneo AMACI  e per tutto il week-end. Sarà inoltre esposta una serie di bozzetti inediti relativi alla preparazione della mostra ELEGIA.

Monumento alle lacrime si presenta come fulcro del percorso: una tela colossale, di oltre sette metri, dalla forza pittorica straordinaria, un ponte tra terreno e spirituale, massima ispirazione dei due artisti che sembrano tenersi le mani in volo, come dentro un quadro di Chagall, mentre sotto ogni cosa scorre trascinata da quelle leggi di gravità su cui loro son riusciti a trionfare. Risulta davvero incredibile una tale sintesi poetica concessa generosamente a un progetto comune, al punto da poter sostenere che il meglio di entrambi gli artisti si è fuso su questa tela. Il lavoro si snoda lungo una superficie interamente scritta da Lea Gramsdorff ispirata dalle pareti incise di nomi e di date del luogo sacro, a ricordare il bisogno di lasciare traccia di chi si rifugiava nel ’43 in attesa che i bombardamenti cessassero; lentamente le scritte diradano verso i cieli sublimi di Simone Dulcis ormai sacralizzati nei tondi di cupole rovesciate, un viaggio ascensionale dal fisico al metafisico che annulla il respiro per colpire dritto al cuore. Elegia è un’unica opera in dieci istallazioni che Simone Dulcis e Lea Gramsdorff dedicano alla Cripta di Santa Restituta, spazio sacro, luogo di fede, di vita, di morte, di storia, chiuso impolverato, insalubre sotterraneo di pietra scavata e scolpita in altari su cui mani giunte pregarono disperatamente in quel lontano ’43 quando, storditi dal roboante suono delle bombe, donne, bambini e uomini smarrirono i sorrisi della quotidianità.

Simone Dulcis e Lea Gramsdorff che hanno scoperto nel lavoro a quattro mani un momento di riflessione comune risolto, in pittura, in forme complementari armonico-melodiche, realizzano un numero di stazioni creando un percorso preciso, un viaggio nel profondo, un canto orfico, una discesa, che è anche fisica, verso luoghi della memoria dove raccogliersi per ritrovare se stessi.

Listen Unica Radio on Spotify

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Robinia

Casteddu in birde Robinia, pranta leguminosa

Sa Robinia pseudoacacia est un’àrbore masaprestu comunu a Casteddu, ma non tantu cantu sas dodas …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.