Home / Articoli / Interviste / Fake news in sanità: come combatterle
FestivalScienza Cagliari

Fake news in sanità: come combatterle

L’ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Provincia di Cagliari prende parte alla campagna nazionale contro le fake news.

Si è tenuta lunedì 1° ottobre, nella sala conferenze dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Cagliari, la conferenza stampa dal titolo “lotta alle fake news in sanità” che ha visto coinvolti in primis il Presidente e molti stimati professionisti operanti nella Provincia. È partita così la campagna di sensibilizzazione nazionale atta a fronteggiare il dilagante fenomeno delle bufale che sta minando il mondo della scienza e sta apportando enormi danni anche a tutto il sistema sanitario nazionale.

La conferenza stampa

Unica Radio ne ha discusso con il Dott. Raimondo Ibba, Presidente dell’ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Provincia di Cagliari, che ha rimarcato l’indispensabilità di affidarsi, in questi tempi bui, a professionisti esperti del settore che siano in grado di fornire risposte attingendo al patrimonio di conoscenze ed esperienze sedimentatesi nel corso del lungo percorso di studi che affrontano i medici, e che non sono invece frutto di ricerche approssimative compiute in rete in maniera del tutto autoreferenziale.

Nella foto Raimondo Ibba e Giulia Sanna

“Ho curato il cancro con il bicarbonato di sodio”; “Una dieta di sei uova al giorno fa dimagrire”; “I vaccini causano l’autismo” sono solo alcune delle bufale più note e diventate tragicamente virali.

È quantomai evidente l’esistenza di un problema di credibilità e autorevolezza della scienza derivante dall’infinità di materiale fintamente scientifico disseminato nel web, che va a braccetto con una mancanza di educazione e sensibilizzazione riguardo a ciò che veramente può considerarsi “accettato” dalla comunità scientifica.

Bisogna lavorare sulle capacità del messaggio scientifico di arrivare forte e chiaro e in questo l’Ordine si presenta e propone come garante, affinché il pubblico riacquisti fiducia nelle figure dei medici, dei ricercatori e degli scienziati in generale cosicché possano evitarsi anche gli aggravi di patologie cui la circolazione delle fake news può portare, con evidente effetto domino non solo sulla salute dei pazienti, in termini di assistenza, ma anche in termini di costi per le strutture pubbliche nazionali.

Fake news in sanità: come combatterle

 
 
00:00 / 9.58
 
1X
 

About Giulia Sanna

Giulia Sanna
Nasce a Cagliari nell'ottobre del 1990. Consegue la maturità scientifica e si laurea in giurisprudenza. Da giurista pentita decide di cambiare le sue sorti e tenta di avvicinarsi al mondo della comunicazione, che da sempre la affascina e la appassiona. Le esperienze all'estero, a Parigi prima e a Londra poi, la aiutano a capire che la vita è veramente troppo breve per sprecarla a fare qualcosa che non dà stimoli e anzi demolisce la nostra curiosità e il nostro amore per la stessa. Un breve workshop di giornalismo a Roma, indetto da The Post Internazionale con la partecipazione di Limes, suggella per sempre questa sua convinzione e la condanna al precariato eterno. Amante della satira oltre ogni misura e della comicità dissacrante. Viaggia, legge, scrive, corre, mangia e ride. Mai contemporaneamente. Crede nel potere della musica terapeutica.

Controlla anche

CRS4, a Pula un convegno sulla sanità digitale

CRS4, a Pula un convegno sulla sanità digitale Lunedì 17 settembre ore 10:00-12:30 Auditorium edificio2 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.