Home / Articoli / Altro / 13° Festival Tuttestorie: VOGLIO L’ERBA DELLE STELLE

13° Festival Tuttestorie: VOGLIO L’ERBA DELLE STELLE

Racconti, visioni e libri dei Desideri, nel Festival Tuttestorie che si svolgerà a Cagliari dal 4 al 12 ottobre (Centro Culturale EXMA 4-7 ottobre e sino al 12 in altri spazi)

Il 13° Festival Tuttestorie di Letteratura per Ragazzi “VOGLIO L’ERBA DELLE STELLE. Racconti, visioni e libri dei Desideri”, si svolgerà a Cagliari dal 4 al 12 ottobre (Centro Culturale EXMA 4-7 ottobre e sino al 12 in altri spazi) e sino al 10 ottobre anche ad Assemini, Carbonia, Decimomannu, Decimoputzu, Elmas, Gonnesa, Iglesias, Isili, Loceri, Pabillonis, Posada, Ruinas, Sanluri, Sant’Antioco, Serramanna, Siliqua, Vallermosa, Villacidro, Villasor, Villaspeciosa.

Ideato e organizzato dalla Libreria per Ragazzi Tuttestorie, e progettato in collaborazione con lo scrittore Bruno Tognolini, ha come presidente onorario lo scrittore David Grossman.

Sarà dedicato all’immenso tema dei DESIDERI, che verrà declinato fra incontri, laboratori, spettacoli, narrazioni, performance, installazioni ed eventi speciali, in un intreccio fra diverse forme d’arte e discipline, e risuonerà nell’Inno dei Desideri di Bruno Tognolini e Antonello Murgia cantato da Fabio Marceddu e Tiziana Pani. L’edizione 2018, che ha ottenuto la Effe Label, marchio di qualità riconosciuto ai principali festival europei, prevede circa 430 appuntamenti rivolti ai bambini e ragazzi da 0 a 16 anni e adulti curiosi, con 95 ospiti fra scrittori, illustratori, artisti, narratori, musicisti, attori, danzatori, scienziati, giornalisti. Si inserisce nella rete 10 Nodi. I Festival d’Autunno a Cagliari. Molto nutrito il programma scuole, con 266 appuntamenti dedicati alle classi dalla scuola dell’infanzia alla secondaria e 15.000 studenti già iscritti a partecipare. Programma completo e modalità di partecipazione su www.tuttestorie.it. Dal 17 settembre al 02 ottobre ticket on line sul sito di Tuttestorie.

Il 22 settembre (May Mask ore 20) anteprima festival per adulti con lo scrittore Andrea Pomella, in libreria dal 16 settembre con L’uomo che trema (Einaudi), intervistato da Francesco Musolino. L’incontro è organizzato in collaborazione con il Premio Giuseppe Dessì e con il festival Marina Cafè Noir.

Il 4 ottobre arriva a Cagliari lo scrittore Guus Kuijer, classe 1942, vincitore di tutti i possibili premi letterari nederlandesi, tra cui il Gouden  Griffel, e del tedesco Jugendliteraturpreis, primo autore olandese a ricevere, nel 2012, l’Astrid Lindgren Memorial Award, il massimo riconoscimento mondiale della letteratura per ragazzi. Accompagnerà l’uscita del nuovo libro Madelief. I grandi, buoni giusto per farci il minestrone (Camelozampa). Dall’Inghilterra la bizzarra accoppiata Philippe Reeve e Sarah McIntyre: lui, autore di romanzi di successo come Macchine mortali (da cui è stato tratto il kolossal prodotto da Peter Jackson in uscita per dicembre), lei illustratrice pluripremiata, riconoscibile dalle sue stravaganti parrucche e impegnata nella campagna #PicturesMeanBusiness per la valorizzazione dell’opera degli illustratori. Ancora dal Regno Unito, per la prima volta ospite di un festival in Italia, il giovane illustratore londinese Benji Davies, fra i più apprezzati dal pubblico e dalla critica e vincitore nel 2016 del premio Nati per Leggere e Andersen con Sulla collina. La giornalista Francoise Dargent, caporedattore cultura de Le Figarò, sarà al festival con il romanzo La scelta di Rudi per ricordare il 25° anniversario della morte di Rudolf Nureyev. Dalla Spagna arriva Gusti, disegnatore argentino autore del graphic novel Mallko e papà, vincitore del Bologna Ragazzi Award for Disability 2016 e fondatore, assieme ad altri artisti, dell’associazione WinDown, per lo sviluppo di una società solidale e inclusiva attraverso le arti.

Fra gli altri autori presenti: Pierdomenico Baccalario, con Beblade (Piemme, in uscita il 2 ottobre) , avventura che vede fra i suoi protagonisti una giovane guerriera ispirata all’atleta paralimpica Bebe Vio e Davide Morosinotto con il suo “Il giro del mondo in 80 buone notizie” (Edizioni El, settembre), che assieme giocheranno con i ragazzi nell’incontro dedicato al concorso “Ce l’hai una storia?”. E poi il Premio Andersen 2018 Guido Sgardoli, Giuseppe Festa, con Lupinella (Editoriale Scienza) e la novità I figli del bosco (Garzanti), il vicedirettore del Giffoni Film Festival Manlio Castagna, gli scrittori Guia Risari, Paolo di Paolo, Alessandro Mari, Alessandro Q. Ferrari, Michele D’Ignazio, Nicoletta Gramantieri, Sara Marconi, Alberto Melis, Gianfranco Liori e la traduttrice Laura Cangemi.

ARTE, ILLUSTRAZIONE, FUMETTO e INSTALLAZIONI

L’Exma accoglierà i suoi visitatori con Un cielo d’erba, luci e sogni, un fitto tappeto verde azzurro, realizzato per il festival da Revolvèr, che incornicia il cielo e farà da sfondo agli eventi del festival. E’ una produzione originale del festival anche l’ambiente narrativo Se potessi esprimere un desiderio, curato da Marco Peri, che trasformerà la sala Puà dell’EXMA in un viaggio di stelle, sogni e bellezza ispirato dalle illustrazioni dell’omonimo libro di Jimmy Liao.

Molti gli appuntamenti dedicati all’arte, al fumetto e all’illustrazione. Con la complicità degli editori Orecchio Acerbo e Camelozampa il festival renderà omaggio al genio dell’illustratore Anthony Browne. Cinzia Ghigliano racconterà Vivian Maier nell’albo sulla fotografa americana vincitore del Premio Andersen 2017 e l’illustratrice Daniela Iride Murgia il suo Marcel. Il bambino con la scatola verde (Topipittori), mentre Sonia Basilico inviterà i ragazzi ad allenare lo sguardo e il pensiero alla curiosità e al desiderio e a conoscere le biografie dei grandi artisti. Spazio al fumetto con Cristina Portolano, a Cagliari con Io sono mare, primo volume della collana Dalla parte delle bambine, in uscita al festival per le edizioni Canicola. Fra gli altri illustratori ospiti Agnese Baruzzi, Vessela Nikolova, Gud, Eva Rasano e Mario Onnis. L’architetto Elena Iodice dedicherà i suoi workshop alle artiste Yayoi Kusama e Louise Bourgeois e con Elisa Rota e Francesca Gentile (Alchemilla) farà suonare Il Concerto Dei Desideri, reiventando con i bambini, alla maniera di Klee, un codice segreto che diventerà segno, suono e desiderio. E’ pensata per i piccolissimi da 1 a 3 anni la performance interattiva multisensoriale Tatch, nata dalla collaborazione interdisciplinare tra le illustratrici Anna Resmini e Giulia Zaffaroni e il musicista e fotografo Emanuele Maniscalco, prodotta da Triennale Milano Performing Arts. Un laboratorio che diventa occasione di sperimentazione e avvicinamento alla tecnologia per i più piccoli e prima esperienza di lettura che coinvolge tutti i sensi. Due le intallazioni gioco fatte di libri: Libri in movimento curata dall’associazione spagnola Tantàgora per il Flic Festival e Il labirinto dei desideri, a cura di Foglivolanti.

POESIA

Risuonerà al festival il battito universale del cuore nelle Rime Migranti di Bruno Tognolini,La Carovana, Efys e CO.SA.S.piccola conferenza-spettacolo di filastrocche del mondo registrate nelle scuole e dette dal vivo da bambini e ragazzi africani, cinesi, arabi, indiani e d’altre patrie e incastonate nelle maglie sonore del sound artist Arrogalla. A far vivere questo “Pasticcio poetico interculturale”, con Tognolini ci saranno Mamadou Mbengas e Catia Castagna con l’aiuto spaventato e prezioso di bambini e ragazzi delle associazioni di accoglienza cagliaritane La Carovana, Efys e CO.Sa.S.

Ancora poesie in cambio di desideri nello Sportello d’Ascolto Poetico di Bernard Friot e Alessandro Riccioni e negli haiku dei Desideri Nascosti di Silvia Geroldi. Come da tradizione, a raccogliere i pensieri dei bambini e ragazzi sul tema ci sarà l’Ufficio Poetico curato da Andrea Serra e Valentina Sanjust.

TEATRO, MUSICA E DANZA

Cosa succede se usiamo il linguaggio della danza per scrivere, descrivere o leggere la storia contenuta in un libro? Bambini e adulti lo scopriranno assieme partecipando alla performance Ballami un Libro, ideata dal coreografo Pere Faura e interpretata dalla danzatrice Claudia Solwatt, per il Flic Festival (a Cagliari alla sua prima nazionale). Ancora danza nel workshop residenziale Desìr Mimetique del coreografo Jacopo Jenna, nella conferenza/spettacolo Giro del Mondo delle Danze Urbane di Ana Pi, nel laboratorio performativo Cappuccetto Bianco di Bruno Munari narrato e danzato da Elena Morando, ne La Danzona dell’erba che vorrei, rito magico danzato con Francesca Amat e Manuel Consigli. Fiabe da tavolo viaggeranno nella valigia del Teatro delle Apparizioni e verranno evocate su un tavolo con oggetti, suoni e racconti, mentre Il Circo delle Nuvole di Gek Tessaro vivrà sul grande schermo con il suo teatro disegnato. Le macchine sceniche dei romani Ondadurto irromperanno nel piazzale dell’EXMA, nell’ironica rilettura dei personaggi delle fiabe. C’era una volta. TE.I.e R.A. – Teatro Infanzia e Racconti Astrali è la performance collettiva curata dallo IAC di Matera, un rituale di desideri e sogni condivisi, a partire da alcuni versi di Bruno Tognolini prenderanno vita in un circolo contagioso. Ancora narrazioni ed esercizi teatrali nei Desideri Forzuti e nelle Capriole con le storie dell’attrice Susi Danesin e movimento, musica ed immaginazione nei laboratori della danzaterapeuta Francesca Lilliu. Tinotintin, un‘Orchestra di materiali sarà invece il laboratorio con la musicista Elisabetta Garilli, un percorso per ascoltare la voce degli oggetti che ci circondano rendendo suonabile tutto ciò che si trova lungo il cammino. Sa Famill’e Cocerinu, è la favola musicale prodotta da Radio X, che verrà presentata live al festival. Sarà per uno spettatore per volta lo spettacolo del Teatro Tages: in scena, dentro una scatola ottica, alcuni desideri dei bambini arrivati all’Ufficio Poetico. Gran finale con L’erba vorrei in tutti i giorni miei, rassegnetta lilliput di Atti del Desiderio orchestrata da Catia Castagna con alcuni fra gli ospiti del festival.

SCIENZA

In un festival dei desideri non potevano mancare le stelle: De- Sideribus a cura di Tecnoscienza, sarà una stanza dove immaginare il cielo, viaggiare nel tempo e nell’immaginazione, esplorando i significati che le stelle hanno rappresentato per l’essere umano, alla ricerca di storie, scienza, curiosità. E alle costellazioni saranno dedicati anche gli incontri in collaborazione con l’Osservatorio Astronomico di Cagliari curati da Silvia Casu. Albert Einstein sarà il protagonista del gioco viaggiante sull’autobus del ludomastro Carlo Carzan, autore di Pensa come Einstein (Editoriale Scienza).

ALTRE ATTIVITA’ E LABORATORI

Ancora desideri nei laboratori di costruzione del libro dei Libri da Abitare, negli animali di legno di Mook, nei giocattoli autocostruiti di Daniela Cimino, nelle storie e macchine immaginarie di Evelise Obinu, nella Notte Bianca di Emanuele Ortu e Francesca Pernarella, nel riciclo creativo di Simone Perra, negli animali fantastici di Emanuele Scotto e nel gioco di domande e risposte de La Tana di Lunamoonda. Vorrei Viaggiare Sulla Luna è invece il percorso fra libri e film a cura degli operatori della Cineteca Sarda e di Emanuele Ortu. Sarà un viaggio nel tempo e nello spazio, alla ricerca di indizi per tutto l’EXMA, il gioco Detective Tuttestorie, curato da Carlo Carzan. Tornano al festival per il terso anno le incursioni in forma di domanda dei ragazzi di Generazione ArCoEs. Dopo il coraggio e i legami, protagonisti delle interviste delle due ultime edizioni del Festival Tuttestorie, quest’anno sarà la multiforme galassia dei desideri ad essere al centro della ricerca di ciò che ai ragazzi e agli adolescenti interessa davvero.

LA FILM COMMISSON AL FESTIVAL

A partire dalla necessità di informare i cittadini sulle azioni di miglioramento energetico attraverso il cinema, la TV e le web series nasce Heroes, realizzato dalla Film Commission con Sardegna Ricerche e l’Assessorato all’Industria della RAS.

Libri e film sono mattoncini che ci permettono di immaginare nuovi desideri, di vedere il mondo con occhi differenti. Schermo Dei Desideri. Breve viaggio nel cinema per ragazzisarà un incontro con Manlio Castagna (vicedirettore Giffoni Film Festival) e Mariangela Bruno (Sardegna Film Commission): dieci film, dieci tappe per mappare questo viaggio del cinema per i più piccoli dedicato al desiderio. Film diversi per provenienza geografica e stile, per tono e genere. Perché il desiderio ha infinite forme e raccontarlo è possibile in infiniti modi. Il viaggio che vorrei, strade per orientarsi (o perdersi) è invece il laboratorio curato da Sustainable Happiness da un progetto Barega, Giorgia Atzeni e Film Commission in cui due piccoli esploratori muniti di telecamera danno eco-consigli per visitare i luoghi desiderati. E infine, speed date dedicato agli illustratori, Babeuf, storie, personaggi, magia e tecnologia, si incontrano, a cura di Nevina Satta (Sardegna Film Commission) e Cristian Jezdic (Cartoon Italia).

LIBRERIA DEL FESTIVAL

Tutti i libri degli SCRITTORI ospiti del festival e i suggerimenti di lettura.

Gli scrittori e illustratori saranno disponibili, prima o dopo gli incontri, a firmare le copie dei loro libri.

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Concerto interattivo a distanza al festival della robotica

Con i “robospettacoli” l’arte, la musica e la robotica si fondono nello straordinario cartellone artistico del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.