Home / Articoli / Arte e mostre / Uomini d’acqua: Sardegna e acqua nelle foto di Davide Virdis

Uomini d’acqua: Sardegna e acqua nelle foto di Davide Virdis

Il rapporto tra l’Isola e l’acqua raccontato in sessanta fotografie di Davide Virdis a Cagliari.

Al via il progetto fotografico che ha come soggetto la Sardegna e il suo rapporto con l’acqua; Una relazione che ha certamente una dimensione naturale – data dall’azione (come di altri fattori ambientali) sul territorio, che in modi e misure differenti ne viene plasmato – ma che rivela sempre una valenza antropica, poiché è il lavoro dell’uomo che attribuisce senso al territorio.

La mostra sarà dunque inaugurata al Ghetto il 12 luglio, e si propone come obiettivo quello di raccogliere una corposa selezione delle immagini prodotte nel 2012 e una serie di nuovi scatti che negli anni successivi hanno ampliato il tema iniziale. In essa si propone un percorso che si snoda per tutto il territorio dell’Isola, esplora paesaggi “segnati” dalla presenza dell’uomo e sempre legati ad un vitale rapporto con l’acqua: gli insediamenti costieri, testimoni di antichi rapporti coi popoli venuti dal mare ed oggi porti e città vive e dinamiche; i fari, i pozzi sacri, le dighe, fino ai più recenti scenari legati alla siccità, dove l’acqua è raccontata attraverso la sua assenza, negli invasi le terre riemergono e con esse le tracce di vecchi equilibri, muri a secco, nuraghi.

Il racconto è composto da 60 stampe fotografiche di grande formato, montate a vivo su pannelli di alluminio.

About Pasquale Mattu

Pasquale Mattu
Laureato in Lingue e Comunicazione a Cagliari e specializzando in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni a Urbino. Appassionato di advertising e marketing da tempo immemorabile, dipendente da musica, cinema e fotografia. Nel tempo libero ascolto metal, leggo, creo memes, guardo vecchi film e appena posso viaggio.

Controlla anche

Nuove Visioni d’arte en plein air con l’ XI Festival Giardini Aperti

Al Parco Vannelli Frammenti Rosa di Monica Corimbi , Cheroché di S’Arza e le pietre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.