Home / Articoli / Università e Ricerca / Intervista a Matteo Lecis Cocco Ortu e Nicolò Fenu – SPOP CAMPUS OMODEO
sdr

Intervista a Matteo Lecis Cocco Ortu e Nicolò Fenu – SPOP CAMPUS OMODEO

Dal 3 all’8 Settembre 2018 presso il Novenario di San Basilio nel Comune di Nughedu Santa Vittoria, si svolgerà la seconda edizione di “​SPOP CAMPUS OMODEO”

SPOP CAMPUS OMODEO è un workshop di discussione e progettualità sul tema dello spopolamento e delle aree interne in Sardegna che lo scorso anno ha coinvolto una comunità di apprendimento di 24 studenti e un centinaio di persone interessate al tema delle aree interne e della vita nei paesi della Sardegna con una serie di proposte presentate durante la giornata finale al presidente della Regione e a una serie di portatori di interesse.

Il campus si svolgerà sul lago Omodeo in Sardegna dal 3 all’8 settembre 2018 ed è rivolto a universitari e giovani professionisti. Sarà organizzato attraverso gruppi di lavoro la cui finalità sarà la creazione di uno scenario di sviluppo per il territorio in grado di riattivare il tessuto economico e sociale dei paesi in spopolamento.

La filosofia di base dei laboratori di SPOP CAMPUS OMODEO sarà quella della co-produzione e co-design dei servizi attraverso gruppi multidisciplinari composti provenienti da formazioni diverse (architettura, scienze politiche, economia, geografia, design, sociologia, ingegneria, progettazione europea). L’obiettivo generale della metodologia scelta è utilizzare la creatività come piattaforma di innovazione sociale e la partecipazione dei cittadini del luogo costruendo una nuova narrativa o storytelling collaborativo. I partecipanti, selezionati tramite una manifestazione di interesse e una lettera motivazionale, vivranno un’esperienza di comunità all’interno del Novenario di San Basilio e saranno accompagnati da tutor di esperienza professionale e ricerca nei seguenti ambiti:
1. Agricoltura e Cibo, con Ginevra Lombardi, economista, ricercatrice di estimo rurale all’Università di Firenze;
2. Turismo e Cittadinanza, con Paolo Giaccaria, geografo, professore associato presso l’Università di Torino;
3. Welfare e Welcome, con Angelo Moretti, coordinatore della Caritas di Benevento e autore del Manifesto dei Piccoli Comuni del #Welcome.
Con la collaborazione di Marianella Sclavi, sociologa, docente di Etnografia Urbana al Politecnico di Milano, esperta di ascolto attivo e gestione creativa dei conflitti, sarà curato in particolare il coinvolgimento di partecipanti e associazioni del territorio allargato su tutto l’ambito delle due unioni dei comuni coinvolte. Un ruolo particolare avrà Nughedu Welcome, l’associazione che cura il progetto di accoglienza diffusa nel Barigadu, che è stato individuato come possibile attivatore locale di processi di cambiamento.
GUARDA L’INTERVISTA A MATTEO LECIS COCCO ORTU  E  NICOLO’ FENU
Il campus è coordinato da Sardarch (Matteo Lecis Cocco Ortu, Nicolò Fenu, Francesco Cocco) con la collaborazione del Desilab Elisava – Desis network della Escuela Universitaria de Diseño e Ingeniería de Barcelona (Arianna Mazzeo). Progetto sostenuto dalla Fondazione di Sardegna e dal Comune di Nughedu Santa Vittoria.

About Simone Cavagnino

Simone Cavagnino
Giornalista, autore, conduttore televisivo e radiofonico. Dopo la maturità scientifica, compie studi giuridici e si occupa di giornalismo musicale. Ha collaborato con l'emittente televisiva Infochannel Tv Sardinia, con i magazine JAZZIT e LOLLOVE MAG. Ha curato il documentario "La memoria del suono" dedicato alla figura dell'artista sardo Pinuccio Sciola. Dal 2014 è direttore responsabile di Unica Radio e contestualmente svolge attività di ufficio stampa per artisti, festival, rassegne e singoli eventi. E' del giugno 2018 il suo primo libro dal titolo "Sardegna, Jazz e dintorni" edito da Aipsa Edizioni, scritto in collaborazione con il giornalista Claudio Loi. Info: simone.cavagnino@unicaradio.it

Controlla anche

Karel Music Expo XXII edizione: ne parliamo insieme a Davide Catinari

Karel Music Expo XXII edizione: ne parliamo insieme a Davide Catinari, direttore artistico del festival …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.