Home / Articoli / Interviste / Playcar una società che gestisce il car sharing di Cagliari
Listen Unica Radio on Spotify

Playcar una società che gestisce il car sharing di Cagliari

 Io e mio fratello 6 anni fa abbiamo deciso di fare un ramo d’azienda, vista l’ esperienza nel campo dei trasporti, che si concentrasse sulla mobilità eco sostenibile. L’idea nasce da lontano, dal periodo delle superiori, quando venne una persona del CRS4 per parlarci di mobilità eco sostenibile. Ci spiegò come in Svizzera stessero nascendo nuove forme di mobilità e ne elencò tutti i pregi dal punto di vista ambientale. La tecnologia negli anni è aumentata e siccome siamo appassionati di tecnologia, ci siamo dedicati a farlo in maniera indipendente.

Playcar ancora oggi è un car sharing locale, il che vuol dire che tutti gli altri, a livello nazionale e quasi a livello mondiale, sono delle multinazionali. Noi abbiamo creato un nostro marchio per offrire questo servizio in una piccola città come Cagliari e siamo riusciti, anche grazie al Comune che ci ha dato fiducia, a dare un servizio sempre più efficiente che, tra le città italiane, è anche uno dei più grandi. Quando abbiamo iniziato, ovvero nel 2011, c’era un buco normativo. Il car sharing in Italia era solo pubblico; non c’era una normativa di riferimento per poter avere i parcheggi e questa trafila burocratica è durata diversi anni prima di poter operare.

A livello nazionale Playcar è l’unica che ha un software di proprietà e una piattaforma di proprietà.

Tutte le altre multinazionali hanno software di terzi, quindi software house. Noi siamo molto contenti di quello che è diventato Playcar, siamo partiti da 9 auto e adesso ne abbiamo 50, coprivamo 5 punti di Cagliari e adesso copriamo il 90% dei quartieri. Ci sono 1500 iscritti e il servizio è utilizzato. Non ci siamo mai fermati con l’innovazione, infatti riusciamo ad abbinare tre diverse modalità di car sharing: “tradizionale” con i parcheggi fissi dove riporti l’auto al punto, che per molti non è abbastanza flessibile; “a flusso libero”, che non ha i parcheggi riservati e quindi ci si sposta da un punto all’altro e ”da una stazione all’altra”.

Abbiamo inserito, all’interno del parco veicoli, una serie di veicoli vari: veicolo elettrico, furgoni, auto, utilitarie, station wagon e minibus da 9 posti.

Dall’anno scorso abbiamo fatto un raggruppamento d’impresa col CTM, la ditta di trasporto pubblico urbano, che ci ha consentito di sviluppare una nuova tecnologia che a breve si vedrà nella strade di Cagliari, e quindi di integrare: auto, bus, bici in un modello di mobilità urbana abbastanza innovativo. Abbiamo 60 bici in strada, con le stazioni fisse del precedente progetto del Comune che è stato ripristinato, e oltre un centinaio con il flusso libero.

Per gli studenti universitari abbiamo subito proposto una sottoscrizione particolare che si chiama “Uni”, che offre una tariffa veramente bassa ed è possibile iscriversi dal nostro sito.

Quando si fa una nuova impresa, il mio consiglio è quello di stare sempre attenti ad un parametro che è quello dei flussi di cassa. E’ bello avere l’idea, il sogno, è tutto giusto; ma bisogna stare attenti in questo mondo dove non c’è un forte accesso al credito, ai flussi di cassa della propria attività. I soldi che entrano devono coprire le spese, perché uscire fuori con le spese e non riuscire a pagare le tasse sono le cose che distruggono un’impresa. Ci sono un po’ di opportunità attraverso i bandi, noi stessi con Playcar abbiamo avuto accesso a quelli di Sardegna Ricerche. Devo dire la verità, se siamo l’unica società che ha una piattaforma, è anche grazie a questi investimenti. Dobbiamo dire grazie alla Regione quando interviene e questi interventi per i giovani sardi sono molto importanti.

ASCOLTA L’INTERVISTA

Playcar una società che gestisce il car sharing di Cagliari

 
 
00:00 / 6:43
 
1X

About Angelica La Sala

Angelica La Sala
Angelica La Sala produttore cinematografico, amante dell'arte e appassionata di tutti i mezzi di comunicazione.

Controlla anche

CTM partecipa al Festival Tuttestorie con Carlo Carzan

Nel programma del Festival Tuttestorie è prevista una collaborazione con CTM e Editoriale Scienza che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.