Tra arte e danza nel ricordo di Antonio Gramsci

Giovedì 15 giugno a Cagliari tributo multidisciplinare al pensiero dell'intellettuale sardo
 
La danza e le arti del circo di Francesca Re, Lucrezia Maimone e Elien Rodarel si intrecciano nella performance "Coreografia - Movimento per Gramsci" sull'opera dello street artist Manu Invisible, il 15 giugno. Il terzo appuntamento della rassegna di danza contemporanea "Sulle Orme - Il Mediterraneo, Il Corpo, Il Viaggio" curata da Simonetta Pusceddu si inserisce all'interno del progetto di arti visive "Questa è la tua terra", in occasione delle celebrazioni dei Musei Civici per l'ottantesimo anno dalla  morte di Antonio Gramsci, a cura della rete "Nino dove sei" (Raffaella e Bruno Venturi curatori; Josephine Sassu, Manu Invisible, Giovanni Casu e Gianfranco Pintus, artisti).
 
Un viaggio trasversale per contenuti e linguaggi dell'arte che attraversa il pensiero gramsciano prediligendo i temi più intimi e le suggestioni più poetiche dell'intellettuale sardo, in una serie di luoghi, reali e simbolici, mediante interventi artistici in un percorso non-convenzionale e una ricerca corale e pubblica. Scenario ideale giovedì sarà lo spazio Cartec, la Cava Arte Contemporanea recentemente restaurata e annessa alla Galleria Comunale di Cagliari, destinata ai linguaggi della sperimentazione. Attraverso l'intreccio delle proprie specificità, i giovani artisti in questo tributo multidisciplinare, dall'arte figurativa al teatro, alla danza, interagiranno con l'opera di Manu Invisible, dislocata in pannelli-quinte all'interno delle grotte nello spazio d'arte e di sperimentazione, ai Giardini Pubblici.
 
Il progetto con Tersicorea si concretizza grazie a una fortunata congiuntura di luogo e tempo, nella stretta sinergia fra il progetto gramsciano e la rassegna di danza contemporanea. "Movimento" è la parola chiave condivisa che ha ispirato il titolo dell'opera di Manu Invisible, realizzata nel primo step dell'iniziativa dedicata ad Antonio Gramsci, e la coreografia di danza. Il movimento delle idee del grande politico e pensatore originario di Ales, contro l'immobilità della sua reclusione e del corpo nella sua malattia. E il movimento nella danza, nel circo, nel teatro, insieme, per costruire l'arte, effimera e immortale. La prima performance si terrà alle 20.00 e verrà replicata alle ore 21.00. Potranno entrare solo quaranta persone per volta. L'ingresso è gratuito. Per prenotazioni e informazioni contattare il numero 3289208242.
Cenabara a is 22
con Velvetuzi

Articoli

Attive le iscrizioni al workshop del festival “Passaggi d’...
L'iscrizione è gratuita e il festival offrirà l’...
Concorso cinematografico destinato esclusivamente alle...
Il progetto cinematografico ispirato al racconto di Jean...
Un emozionante viaggio a ritroso nel tempo e nella cultura...
SPAZIOincontrARTI promuove quattro giornate dedicate alla...
Dal 24 novembre al 3 dicembre 2017 la IV edizione del...
Corso di formazione a Sardara il 23 e 24 novembre
Progetto d’arte pubblica contro il femminicidio e la...
L'evento dedicato al benessere, al buon vivere e ai...
Rappresentazione organizzata dall' Associazione...
Dal 22 al 26 novembre al Kampala International Theatre...

Partners

Raduni

Associazione degli operatori radiofonici italiani nata nel 2006

 

Uepe Cagliari

Ufficio per l'esecuzione penale esterna del Ministero della Giustizia

È la prima street tv della Sardegna. Un nuovo canale che nasce per raccontare la vita, le produzioni e gli eventi.

Ultimi video

Oggi con Vittorio Pitzalis e Michele Giuseppe Rovelli parliamo di Jimi James, primo disco del...
Con Romano Usai e Pippo Ciliberto parliamo del Teatro Adriano di Cagliari. Giovanni Veronesi e Italo Moscati al...