Le danze tradizionali del Niger al teatro Massimo

L'Africa come fonte d'ispirazione per la danza moderna, appuntamento a Cagliari

Torodo coreografo e danzatore del Niger porterà al teatro Massimo di Cagliari dal 10 al 18 febbraio una creazione creografica intorno alle danze tradizionali del Niger. Si tratta del progetto che prende come nome BOMI: una riflessione sul multiculturalismo in Niger e sulle diverse forme di espressione artistica (costumi, musica, video e danza). Bomi è anche una ricerca coreografica intorno alla "danza afro-contemporanea". Un passo di danza tradizionale africana può essere un punto di partenza, una base e una fonte di ispirazione per le creazioni di danza contemporanea. Torodo è nato a Niamey nel 1979. E' membro del CID (Consiglio Internazionale della Danza) all'Unesco ed è fondatore della compagnia di danza "Wongari" composta da 12 ballerini nigerini.

Il progetto BOMI sarà presentato con una performance di Torodo il 18 febbraio alle ore 17:00 nella sala M3 del teatro Massimo.  

Nella sezione Podcast
con Andrea Cogoni

Articoli

Introspezione sul confine tra finzione e realtà, tra...
Domenica 26 febbraio continua la rassegna sull'...
Giochi, maschere e circo, domenica 26 febbraio a Pirri
Al via il format dedicato alla "settima arte"....
Giovedì 23 febbraio alle 19.30
Mezzo Toro e Cuore di tenebra al teatro Massimo, a Cagliari...
Alessandro Alosi, voce e chitarra del duo, presenta l'...
Rachid Bouchabla, batterista della band, si racconta a L...
In scena al teatro Massimo dal 23 al 26 febbraio lo...
Dibattito sull'editoria in libreria, appuntamento...
Lo spettacolo è una riflessione sulla sessualità, un...
Il programma degli eventi dal 25 al 28 febbraio

Partners

Streema

Aggregatore online gratuito di radio

Raduni

Associazione degli operatori radiofonici italiani nata nel 2006

 

Ustation


E' il primo social media in Italia che aggrega i contenuti prodotti dai media universitari.
 

Ultimi video

Il pianista sardo ci racconta i suoi progetti.
Il musicista ci racconta la sua esperienza nella capitale belga